Home In Evidenza Vi piace lo skateboard?!? Non andate in Norvegia!

Vi piace lo skateboard?!? Non andate in Norvegia!

33
CONDIVIDI
skateboard

Ai nostri tempi (ah che bello essere giovani!) c’erano molte cose che ci venivano vietate. Ad esempio tornare a casa a casa tardi, drogarsi, usare lo skateboard… ah no scusate.. quello era una divieto che era in vigore SOLO in alcuni Paesi… anzi, per essere precisi, in uno: la Norvegia.

Posso capire che talvolta il modo migliore per evitare che ci si faccia male è vietare qualcosa. E del resto è comprensibile che, a fronte dei 28 morti e 100.000 feriti (!) del 1977 la Norvegia abbia visto in questo divieto una soluzione. Però vietare lo skateboard perché è uno sport pericoloso mi sembra eccessivo. (http://www.bbc.com/news/magazine-36077122)

Che poi, andando ad indagare più a fondo, non è che fosse illegale al 100%: ad Oslo, nella capitale, c’era solo uno skatepark autorizzato e, per potervi accedere, serviva una tessera.

Frognerparken, ad Oslo, era l’unico skatepark legale

Quando, verso la fine degli anni 80/inizio 90 il “periodo nero” terminò, iniziarono a spuntare come funghi skatepark, magazine e quant’altro sul tema. Dall’essere un Paese del terzo mondo (non solo skateboardistico: fino a quando venne scoperto il petrolio, era fra gli Stati più poveri dell’Europa) la Norvegia si evolse a tal punto da poter organizzare gli X-Games (le olimpiadi degli sport estremi che annoverano, tra le altre, anche diverse discipline con lo skateboard).

In tutta questa storia manca ancora una cosa: i protagonisti. In questo caso sono stati diversi gli skater che, di nascosto, hanno fatto in modo che questo sport continuasse a sopravvivere e non venisse dimenticato. Tra questi “clandestini” ce n’è qualcuno che è riuscito a fare anche carriera, riuscendo a vincere anche 4 campionati nazionali!

Ora non so voi, però non mi è mai capitato di sentire che uno sport venisse vietato per ridurre gli incidenti.
Soprattutto in un posto civile come la Norvegia. È un po’ come se per evitare di diventare depravati fosse stato illegale vedere Colpo Grosso, dai.
Anche se a pensarci bene ci sono ancora posti dove Colpo Grosso è vietato davvero…

Un’acrobazia facile facile