Home Tv Discoring

Discoring

260
Discoring
Negli Stati Uniti c’era Soul Train, in Inghilterra Top of the Pops, ma anche noi in Italia non avevamo nulla da invidiare a queste grandi trasmissioni musicali internazionali: noi avevamo Discoring!

Discoring fu una grande trasmissione musicale di Rai1, ideata dal genio di Gianni Boncompagni, per permettere ai giovani dell’epoca di conoscere le classifiche musicali del momento ed ascoltare le hit emergenti. La striscia di Discoring andava in onda inizialmente all’interno di Domenica In, e la prima puntata è stata trasmessa il 20 febbraio del 1977.

Dal 1988 si pensò di spostare il programma al pomeriggio del venerdì, dove rimase fino all’ultima puntata il 26 maggio 1989.

Il succo del programma come abbiamo detto prevedeva l’esibizione, al 90% in playback, di cantanti sia italiani che internazionali; inoltre si stilava la classifica dei 45 giri e degli album più venduti.

Discoring è andata in onda per oltre 10 anni, nei quali si sono susseguiti vari presentatori: se in un primo momento fu Gianni Boncompagni ad apparire in video, dapprima accanto ad Antonella Giampaoli e poi a Roberta Manfredi, negli anni si alternarono diversi padroni di casa: da Jocelyn ad Awana Gana, passando per Claudio Cecchetto, il trio Anna Pettinelli-Isabel Russinova-Emanuela Falcetti, di nuovo Jocelyn coadiuvato da Gianni De Berardinis ed Elisabetta Bartolomei, Kay Rush, Sergio Mancinelli e Mauro Micheloni e ad un giovanissimo Carlo Conti.

Discoring, è diventata col tempo una trasmissione di culto dell’epoca, durante tutto il periodo di attività ha portato in Italia grandi artisti internazionali, con un mix di generi che accontentava tutti.

Ricordiamo Barry White, Bee Gees, Keith Emerson, Chicago, Pink Floyd, Gloria Gaynor, The Ritchie Family, Stevie Wonder, Donna Summer, Boney M., Paul Mc Cartney, Eagles, Elton John, Genesis, Visage, Police, OMD, Abba, Duran Duran, Spandau Ballet… e tantissimi altri! Inoltre Discoring è stata anche una rampa di lancio per tutti quei cantanti emergenti dei primi anni 80, la voglia di stupire con i primi esperimenti della italo disco: Albert One, Carrara, Martinelli, Valerie Dore, Novecento… make-up e capigliature di tutti i tipi.

In anni di gloriosa militanza in Rai e di ottimi risultati in termini d’ascolto, il format musicale oggi quarantenne divenne un punto di riferimento per tutte le reti. Dopo la chiusura, infatti, sia l’azienda televisiva di Stato che le reti Mediaset, sull’esempio del programma di Gianni Boncompagni lanciarono diversi show dedicati proprio alla musica e alle classifiche dei dischi più venduti della settimana.

Discoring ha scritto infatti la storia della televisione italiana con canzoni e classifiche, in anni in cui in assenza di internet la musica si poteva ascoltare soltanto in radio e vedere, molto di rado, in tv.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.