Home Drive In Drive In: il ritorno

Drive In: il ritorno

778
Drive In

Uno portava in trasmissione gli aneddoti più divertenti (e la divisa originale) del suo lavoro di conducente di autobus.
L’altro, capelli lucidi di brillantina, accompagnava l’indimenticabile Zuzzurro in indagini più improbabili della risoluzione dei casi.
Tra le folle divertite, i pop corn e le mille luci di una specie di parco divertimenti, c’era anche chi impersonava a turno il top-manager e l’impresario cialtrone, lanciando il tormentone “E’ chiaro ‘stu fatto?!”.
E, continuando tra i “casi umani”, non poteva mancare l’esilarante coppia marito/moglie in cui lei, gelosa fino allo sfinimento, dava i tormenti a lui, imbranato e farfallone.

Un travolgente carrozzone, simbolicamente capeggiato dal presentatore, intrattenitore e parodista; personaggio di punta, interprete di memorabili Pippo Baudo e Katia Ricciarelli, Marina Ripa di Meana, Raffaella Carrà e il fantastico Tenerone.

La Locandina
La Locandina

Tenetevi forte, maniaci degli anni Ottanta (e della TV, in generale), perché quelli del Drive In stanno tornando! Parliamo, precisamente, di Carlo Pistarino, Nino Formicola, Sergio Vastano, Margherita Fumero ed Enrico Beruschi, insieme a Gianfranco D’Angelo.
Non si tratta di un vero e proprio remake televisivo, ma di una rimpatriata a teatro. “Drive In-The Reunion” andrà in scena in anteprima mercoledì 7 giugno presso il Teatro Nuovo di Ferrara: uno spettacolo di cabaret dal vivo – tra irresistibili gag e musica – che rimette insieme per la prima volta, dopo più di trent’anni, alcuni dei protagonisti della mitologica trasmissione.

Oltre ai volti noti (e a due conturbanti ragazze fast food), una hit-parade di pezzi anni Ottanta – intervallata dagli stacchetti e dalle musiche originali della TV – ricreerà le atmosfere tipiche dell’epoca.

Andato in onda per soli cinque anni, dal 1983 al 1988, Drive In – partorito dal genio di Antonio Ricci, per la regia del compianto Beppe Recchia e di Giancarlo Nicotra – rappresenta ancora oggi la vera rivoluzione della tv commerciale. Nel linguaggio, prima di tutto, spregiudicato e mai volgare; nei contenuti – sketch di rottura e ironia intelligente che prendevano in giro i cliché anni ’80 come il paninaro e gli yuppies –; nell’ampia gamma di personaggi lanciati.

Lory Del Santo, Carmen Russo e Tinì Cansino sono solo alcune delle soubrette che hanno raggiunto il successo grazie al programma. Ezio Greggio, Giorgio Faletti, Enzo Braschi, Francesco Salvi, ma anche Massimo Boldi e Teo Teocoli, grazie a Drive In hanno ottenuto la definitiva consacrazione a comici.

In un’epoca caratterizzata da grande sperimentazione, da parte di una TV commerciale che si conquistava la propria fetta di pubblico (intercettandone umori e tendenze) attraverso scelte coraggiose. Come oggi non se ne fanno più.

http://www.vivaticket.it/ita/event/drive-in-the-reunion/96705

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.