Home Film Evil Dead: quando “stare a casa” non è una buona idea

Evil Dead: quando “stare a casa” non è una buona idea

213
LA CASA
In queste settimane in cui si raccomanda di stare a casa non potevo non portarvi a fare un giro in una delle case più famose e terrorizzanti del cinema!

Quello di visitare le locations de “La Casa” di Sam Raimi è stato negli ultimi anni, da quando ho iniziato a viaggiare alla ricerca di Film location sempre più estreme e ardue, un mio pallino fisso che solleticava la mia fantasia.

La pellicola del 1981, girata da un giovane (appena ventiduenne) Raimi e ovviamente a bassissimo costo, sfrutta una vecchia casa abbandonata nei boschi del Tennessee; la scena della cantina è invece stata realizzata nella cantina della casa del regista, mentre gli attori furono come prevedibile scelti tra amici del regista e volti sconosciuti, per contenere le spese di produzione.

Le zone in cui è stato girato questo film sono molto defilate ed in certi casi difficili da raggiungere. Parliamo dei boschi nella parte nord est dello Stato del Tennessee, luoghi impervi e senza indirizzi precisi a cui affidarsi. Anche per tale ragione l’impresa mi eccitava moltissimo, perché metteva alla prova le mie capacità di ricerca e scoperta dei luoghi delle riprese dei film, cosa a cui sono abbastanza abituato.

La prima location che ho radarizzato è quella della scena iniziale del film, la scena in cui il vecchio pick-up Ford rosso percorre la stradina boschiva in direzione opposta a quella dell’auto in cui viaggiano, spensierati, i quattro ragazzi protagonisti.

Ero riuscito a reperire delle coordinate che ho impostato nel navigatore. Peccato però che queste mi abbiano portato in tutt’altra direzione! Ovvero in una stradina di campagna minuscola e dissestata (per fortuna avevo noleggiato una Jeep), che ho percorso malamente per alcuni chilometri fino ad arrivare in una sorta di “strada senza sbocco” strettissima. Tutto ciò con il nulla attorno se non casupole semi abbandonate e nessuna traccia d’essere umano… Una situazione abbastanza inquietante, ancor più se contestualizzata con l’atmosfera della pellicola horror in questione.

Detto ciò, cercando di non farmi prendere dal panico, ho fatto manovra per tornare indietro e riprendere l’imbocco della strada asfaltata. La location reale sono infine riuscito a individuarla a circa 30 minuti d’auto da dove mi aveva portato il navigatore prima! E’ stato emozionante riconoscere in un luogo naturale e a distanza di decenni segni dell’epoca delle riprese del film come la curva della strada con il cavalcavia sullo sfondo.

Mi sono goduto quel momento di grande atmosfera in totale solitudine, elucubrando (come da mia consuetudine tutte le volte che raggiungo fisicamente la meta tanto desiderata) su tante cose: come mai il regista aveva scelto proprio quel luogo? Ripensando che 38 anni prima gli attori si trovavano in questo stesso luogo a girare le riprese, ho contemplato il panorama che loro vedevano allora, osservandone i mutamenti paesaggistico/scenografici.

Nella mia sete di scoperta, sono riuscito a localizzare anche una chicca che in un certo senso ha a che fare con il film: il ristorante dove la troupe ha cenato, nella piccola cittadina di Morristown, durante le riprese del film… Naturalmente mi sono concesso anch’io un buon pasto nel locale, e alla fine ho fatto uno scatto proprio alla foto di gruppo del cast, affissa all’ingresso del locale a celebrare in modo imperituro quell’iconico momento dell’anno 1981!

Ho già in programma di realizzare un altro articolo con altre locations di questo celebre film, capostipite dei film horror “amatoriali” e low cost.

Un saluto da Mr. Locations e state a casa… se ci riuscite! 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.