Home Video A fantastic journey through the 80s

A fantastic journey through the 80s

439

Avete 5 minuti… per rivivere gli anni 80 dalla A alla Z? Prendetevi il tempo, mettetevi comodi, abbassate la luce e staccate il telefono, perché lo splendido “A fantastic journey through the 80s movies” vi farà veramente volare con la fantasia.

Lasciamo la parola all’autore del video, Alessandro, che ci spiega il processo creativo seguito dalla Starlight Video Productions in ogni video che realizza.

“Parto sempre dalla scelta della traccia musicale. In questo caso sono stato letteralmente ispirato fin dal primo ascolto del brano Sunset dei The Midnight, gruppo emergente che fa parte della nuova corrente musicale della New Retro Wave che sta spopolando sul web, e che si rifà totalmente al sound anni 80. Appena ho sentito il brano ho subito visualizzato nella mia mente immagini di film famosi. Ho fatto delle ricerche e ho visto che quel brano era stato utilizzato (così come molti altri di quel genere) proprio come base per alcuni video con scene di film. Tuttavia non ero soddisfatto dei video che avevo visto, a mio avviso privi totalmente di emozione. Cioè non riuscivano a trasmettermi quell’amore e quella passione viscerale che provo io (come moltissima altra gente) per i film degli anni 80 (e per gli anni 80 in generale).

I video che avevo visto infatti, erano semplici accostamenti di scene di film, fatti senza trovare un vero legame con la canzone, sia dal punto di vista del ritmo, sia dal punto di vista del testo. Quindi ho deciso, da super appassionato di anni 80, che era giunto il momento di creare un video che rendesse il giusto omaggio ai capolavori che hanno contribuito a rendere immensi gli anni 80. Questo significava creare un video che andasse al di là del puro esercizio di stile, ma che fosse una sorta di ‘film fatto di film’. Così mi sono messo subito all’opera.

Come prima cosa, ho deciso di rimontare il brano, rendendolo più 80s come struttura musicale. Il brano originale infatti ha una struttura diversa da quello rimontato da me per il video: presenta un’introduzione molto più lunga (che mi impediva di costruire un bel crescendo emotivo iniziale); lo stesso dicasi per il pezzo precedente all’assolo di chitarra (troppo lungo per quelle che erano le esigenze del mio video), ma soprattutto, quel che mi interessava di più era il finale. Ovvero volevo che fosse – in pieno stile 80s – sempre più incalzante, con la ripetizione del ritornello e il “ritorno” della chitarra elettrica dell’assolo, mixata insieme al ritornello, dapprima integralmente, e poi dividendo il ritornello tra voce e chitarra (potete ad esempio sentirlo tra il minuto 4:27 e 4:43), fino al fade out finale. Il finale originale invece era molto ‘spento’.

Una volta costruita ad hoc la canzone, ho cominciato a costruirci sopra il video, stando attentissimo al connubio tra scene e musica, ma anche tra testo e scene. Eccovi alcuni esempi. Quando la canzone dice ‘Greyhound Station’ ho messo la scena del pullman della Greyhound che passa accanto a Rambo; quando dice ‘follow the wolves’ si vede una scena di ‘Un lupo mannaro americano a Londra’; quando dice ‘Close the door’, si vede il tenente Drebin chiudere la porta, mentre i protagonisti di ‘Weekend con il morto’, con un gioco di montaggio, subito dopo la aprono; quando dice ‘Miss Lazarus, we’re coming back’ (che a me dà un’immagine di zombie), ho messo una scena de ‘La casa’ con Linda e subito dopo Stallone in Sorvegliato Speciale che fa quel gesto a sua moglie all’inizio del film come a dire ‘Tranquilla, andrà tutto bene… ritorno’, e così via!

A proposito di film horror, essendo questo un video dalla forte impronta romantica, la mia sfida (non facile) era inserire scene di alcuni classici film horror degli anni 80, ma che fossero assolutamente piacevoli e per nulla violente. Ecco quindi inserite scene di ‘Venerdi 13’, ‘Nightmare’ 1 e 2, ‘La casa’, ‘Poltergeist’, ‘La bambola assassina’ e così via, che sono completamente prive di violenza, sangue e naturalmente di mostri o creature varie. Anzi, le scene sono dolci (Ash e la sua ragazza felici sul divano, il protagonista di ‘La Bambola Assassina’ con quella tenera espressione di stupore, Kevin Bacon che sorride felice in ‘Venerdi 13’, e così via). Ovviamente è stato difficile trovare i rarissimi momenti spensierati in film come ‘La casa’ o ‘Nightmare’; ma è stato divertente poterli inserire.

Un ultimo ‘gioco’ che ho voluto fare è stato il gioco degli sguardi. Nel video ho messo infatti parecchi giochi di sguardi tra personaggi di film diversi. Ecco quindi Alex di ‘Giochi stellari’ sorridere alla protagonista de ‘Il principe cerca moglie’, i due fratelli (nella vita) Charlie Sheen ed Emilio Estevez farsi un cenno (uno da ‘Platoon’ e l’altro da ‘Young Guns’), Doc e Marty rimanere abbagliati dalla bellezza della principessa Bottondoro di ‘La Storia Fantastica‘, ecc ecc. Tutto questo insomma per dirvi che ho voluto fare qualcosa che andasse al di là del mero esercizio tecnico virtuosistico, ma ho voluto ricostruire, in poco più di 5 minuti, un video che cercasse di trasmettere tutto il mio amore per gli anni 80 e le emozioni (sempre vive) che trasmettono i meravigliosi film che ci hanno fatto vivere la magia del cinema per la prima volta quando eravamo piccoli, e che ancora adesso continuano a regalarcela, senza smettere di farci sognare. Del resto, non per nulla, erano (e sono) gli anni 80, il più grande decennio della Storia.

Sono strafelice di tutto il successo che sta avendo il video (l’ho caricato mercoledì sera e sta avendo davvero tantissime visualizzazioni) anche perché tra i tanti commenti che ricevo, spesso mi scrivono persone che mi dicono di aver pianto di emozione nel rivedere in un colpo solo tutti i film che ci hanno sempre emozionato tanto. E non parlano solo dei classici da ‘Indiana Jones’ a ‘Star Wars’, da ‘C’era una volta in America’ a ‘Scarface’, da ‘Ritorno al futuro’ a ‘Flashdance’, ecc) ma anche di tantissimi film ‘minori’ (le virgolette sono d’obbligo) che io ho sempre adorato (come ‘Zattere, pupe, porcelloni e gommoni’, ‘Bikini shop’, ‘Il tempio di fuoco’, ‘Allan Quatermain e le miniere di Re Salomone’ e tanti tanti altri).

Eccovi dunque il mio video. Preparatevi ad un fantastico viaggio nel tempo, indietro nei nostri mitici anni 80, naturalmente… a bordo della DeLorean!”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.