Home 80 voglia di intervistare Intervista a Chris Pace

Intervista a Chris Pace

68
Chris Pace

Abbiamo intervistato Chris Pace e ci siamo tuffati nel suo mondo anni 80 che spazia tra musica, cinema e arte.

Ti do le chiavi della Delorean, puoi tornare in qualsiasi data degli anni 80.
In che anno vai e cosa fai per prima cosa?

Allora il primo problema grosso da superare sarebbe il fatto che io non ho la patente ahahahahahah! Sceglierei comunque credo attorno al 1987, in quell’anno è uscito il mio disco rock preferito, “1987” dei Whitesnake (l’anno successivo è uscito il mio secondo disco rock preferito ovvero “New Jersey” dei Bon Jovi), poi è uscito “Nightmare 3 : i guerrieri del sogno”, “Faith” di George Michael. Avevo appena fatto una parte ne “Garibaldi: Il generale”, fiction RAI con Franco Nero e uno spot TV con Vanessa Gravina per la quale avevo una cottarella e inoltre avevo 15 anni, tanti capelli e lunghissimi fino a mezza schiena e tante fidanzate! Si decisamente il 1987!!!!

Cosa ami di quella decade e cosa avresti fatto a meno?
mmm…beh ovviamente è facile essere nostalgici perchè ero giovane e spensierato, muovevo i primi passi nel mondo della musica e avevo tanti sogni, alcuni si sono avverati e altri no. Di quella decade amo proprio la spensieratezza, il colore, il suono, le mode (sono stato paninaro prima di passare al rock!), i telefilm oddio ADORO i telefilm anni 80!!! TUTTI!!!!! Di cosa avrei fatto a meno? Non lo so sinceramente, anche i lati peggiori forse per certi versi erano migliori di oggi!

Sei un collezionista anni 80?
Se sì, qual’è l’oggetto al quale sei più legato e quello che invece ti è scostato di più.
No, non sono un collezionista, anche se ho ancora alcuni oggetti dell’epoca, ho un’Aquila di Spazio 1999, un Beralios (il leone di Daltanious) , alcuni numeri del “Paninaro”, il libro/rivista del LIVE AID e poi MOLTI vinili..ho anche musicassette e VHS ma quelle ormai sono difficili da utilizzare.

Parlaci del tuo tributo a George Michael e di com’è nato.
Il mio amore verso la musica di George risale al periodo delle scuole medie quando ascoltavo le cassette degli Wham! Arrivato al liceo per un periodo ho copiato anche il look “Faith” con tanto di orecchino a croce, rayban aviator e ciuffo ossigenato. Musicalmente nel 1988 al mio primo concerto ho iniziato casualmente con “Faith”. Ho registrato una demo di suoi pezzi nel 1999, poi per molti anni ho fatto hard-rock con la mia band i Redlynx fino a che in un momento di pausa nel 2008 ho pensato di suonare nei locali con un tributo alla sua musica e avendo un timbro simile al suo la cosa ha funzionato. Negli anni ho ricevuto i complimenti da alcuni suoi musicisti e coristi, dal cugino (ed ex produttore) Andros e dal suo ex compagno Kenny Goss. Attualmente è più difficile suonare nei locali specialmente per chi come me lavora su basi con al massimo ospiti e una corista. E poi inizio ad avere una certa età ed è meglio smettere fino a che si ha la voce!

Ti ho visto in un bellissimo cosplay dedicato a Freddy Krueger e ho scoperto il tuo fan movie, parlaci di questo incredibile mondo.
Uh…faccio cosplay dagli anni 90, quando indossavo la divisa di Star Trek ma diciamo che ufficialmente il primo cosplay che ho fatto è stato Capitan Uncino nel 2012. Avrei sempre voluto fare Freddy ma era impossibile 12 anni fa anche per i costi. Eppure lui è sempre stato il mio personaggio preferito, al punto che al liceo lo avevo disegnato sul camice rosso che indossavo nelle ore di modellato ahahahah! Dopo una pausa per il periodo Covid ho deciso di investire in un ultimo e definitivo cosplay curandolo nei dettagli e così ho comprato una bellissima maschera fatta a mano in silicone al platino dalla LSFX Masks che mi permette anche di bere, mangiare ed essere espressivo. Il mio fan movie “Resurrection of a Nightmare” è stato un primo tentativo lavorando con attori a distanza da Stati Uniti, India, Italia ecc…ma ti dirò che sto già lavorando al secondo episodio E…potrebbe esserci il cameo di uno degli attori originali di uno dei film “Nightmare on Elm Street” ma non dico altro ahahaha.

Mentre cosa puoi dirci della tua carriera come disegnatore?
Ho fatto il liceo artistico anche se poi ho smesso per parecchi anni di disegnare. Durante il periodo Covid un po’ per noia ho ricominciato e mi ci è voluto parecchio per togliere la ruggine dalla mano!!! Ho deciso di concentrarmi su un disegno prevalentemente in bianco e nero dai torni horror/noir. Io amo Corrado Roi e ammetto di aver copiato molte delle sue tecniche (indegnamente!). Ho pubblicato un po’ di fumetti e qualche copertina di libri e cd… Disegnare mi rilassa molto ed è una cosa che cerco di portare avanti anche se senza nessuna fretta.

Un disco anni 80 che non può mai mancare nella tua playlist?
Sicuramente “Faith” di George Michael , “New Jersey” dei Bon Jovi e “1987” dei Whitesnake…anche se sicuramente non mancano nemmeno Motley Crue, Warrant, Poison, Alice Cooper, Duran Duran, Spandau Ballet ecc

Nel tuo ecosistema anni 80, quale progetto hai per il futuro?
mmm…a parte il secondo episodio di “Resurrection of a Nightmare” vorrei registrare un ultimo album con la mia band i Redlynx (nati nel 1989) prima di appendere il microfono al chiodo…vedremo se ci riuscirò!!!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.