Home Cartoni Animati Le Figurine

Le Figurine

1783
Le Figurine

Le Figurine: qui si entra veramente nel vivo della nostalgia, nessuno può salvarsi.
Io ad esempio confesso che, oltre ai fatidici e scontati album dei calciatori della Panini, il primo album che ho collezionato (e che tra l’altro ancora conservo) è stato quello di Heidi e che, ovviamente assieme a quello di Goldrake, di Jeeg, di Sandokan, di Capitan Harlock, ho continuato senza vergogna, anzi, a collezionare anche quello di Love is, Candy Candy, di Bia, di Georgie e , soprattutto, di Lei, il mio primo amore, Lady Oscar (ripeto, questi e tanti altri, tutti ancora conservati gelosamente)… e poi avevo la scusa di farli insieme a mia sorella!

lady oscar
I primi album di figurine dedicati alle serie televisive comparvero nelle edicole verso la fine degli anni ‘70, e riguardavano soprattutto l’invasione dei cartoni animati giapponesi e americani.

goldrakeFino ad allora, le raccolte tipiche erano logicamente di calcio e poi moltissime altre di cultura generale, dallo spazio, alla geografia alla storia e ai cartoni animati Disney. Fu però nel 1978 che avvenne la svolta.
Le principali case editrici che si cimentarono in queste opere furono la modenese Panini e la romana Edierre, sono infatti del 1978 il primo album di Goldrake (Edierre) e quello di Heidi (Panini).

heidiIl successo fu subito travolgente, sia per la portata del fenomeno dei cartoni animati, sia perché l’unico modo per i bambini di rivivere le immagini del cartone (il videoregistratore in Italia era ancora fantascienza) era quello di collezionare le fantastiche figurine. L’alternativa per potersi godere i propri eroi era con i filmini superotto, peraltro molto costosi e di difficile allestimento, specie per i poveri genitori chiamati ovviamente in causa nel reperimento del materiale, nel montaggio e nello smontaggio ecc
In aiuto arrivarono sicuramente i successivi  MUPI.

Album-Figurine-Daltanious-Panini-1981
Il metodo più semplice rimaneva quindi legato alle immagini della figurina; questa situazione decretò lo strepitoso successo degli album e dei fumetti “italiani”.
Altra particolarità a favore di questo prodotto era che mentre per i fumetti (tantissimi all’epoca, vedi paragrafo riviste) le immagini realizzate non erano rispondenti ai fotogrammi della televisione, le figurine erano esattamente riprese dal cartone appena andato in onda.
La Panini, sempre attenta alle mode del momento, colse immediatamente l’occasione per affiancare allo storico filone degli album dei calciatori, quello degli eroi dei bambini alla tv.
L’apoteosi si ebbe poi negli anni ’80 dove praticamente ogni serie TV di un certo livello trasmessa in televisione era abbinata ad un album.

astrorobot
Numerose erano poi le possibilità di comporre delle grandi immagini attraverso più figurine, come nel caso delle grandi immagini dell’album di AstroRobot e di Daltanious. La Edierre, invece, realizzò molti meno album della Panini, sparendo dal mercato dei cartoni animati quasi subito, ma i suoi album sono tra quelli oggi più ricercati; la sua fortuna sta proprio nel fatto che pubblicò album di serie come Goldrake (ben tre album), Il Grande Mazinga e Mazinga Z.
Ampio spazio era dedicato alle sue coloratissime immagini che purtroppo spesso erano dei disegni italiani di scarsa qualità.

Articolo precedenteIl futuro della principessa Leila
Articolo successivoHo ritrovato Lady Oscar 30 anni dopo
Mirco Delle Cese
Mirco Delle Cese è nato a Roma (1972), è appassionato collezionista e cultore del mondo dei media, dei fumetti, dell’animazione e della cinematografia dei decenni ‘70, ‘80 e ‘90. Nel 2007 ha partecipato in veste di giurato alla prima edizione del Roma Fiction Fest. Ha pubblicato un articolo sul Batman di Grant Morrison e collaborato ad altri articoli per riviste di settore. Di recente ha scritto la sceneggiatura teatrale dal titolo “Portineria Zorro”. Ed è da poco in libreria con un saggio dal titolo “I miei anni ’80 vol.1”, il primo di due volumi dedicati interamente alla decade dell’ultima rivoluzione! Attualmente è in forza al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco come vigile coordinatore.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.