Home Cartoni Animati L’incantevole Creamy

L’incantevole Creamy

692
Creamy

“Pampulu – Pimpulu – parimpampum! Pimpulu – Pampulu – Parimpampum!” Sfido chiunque della generazione anni 80 a non riconoscere questa filastrocca; a non individuarvi, per lo meno, qualcosa di molto familiare.
È la formula magica con cui una bambina vivace e intelligente si trasforma in un battibaleno nella versione adolescente di se stessa: una bella ed elegante fanciulla, nonché stella nascente dell’industria discografica.

Avete capito di chi si sta parlando: L’Incantevole Creamy, eroina dell’animazione giapponese dai vaporosi capelli lilla, torna ora su Italia Uno.
La rete che la fece conoscere ai bambini degli anni Ottanta, spettatori affezionati di Bim Bum Bam, sta riproponendo (a partire dal 18 gennaio scorso) i 52 episodi della serie ogni mattina alle 7.15, per i ragazzini che fanno colazione e si preparano alla scuola.

Lanciata nel 1983 per promuovere la cantante adolescente Takako Ota (in carne ed ossa, oggi 50enne), L’Incantevole Creamy entrò subito nei cuori dei bambini. Proprio così: inizialmente fu una operazione puramente commerciale (come per Jem e le Holograms, altro cartone di successo nato al solo scopo di accompagnare una linea di bambole e giocattoli). Poi, però, le avventure di Yu/Creamy si imposero come un vero e proprio fenomeno. Per non parlare dell’Italia, dove al successo contribuì la colonna sonora cantata da Cristina D’Avena (interprete anche delle molte canzoni inserite all’interno della serie).

La vicenda è ben nota: una bambina di nome Yu, particolarmente vispa e curiosa, un giorno riconosce un’arca di cristallo tra le costellazioni, e in questo modo la libera da una tempesta di sogni; viene perciò ricompensata dal folletto Pinopino, del pianeta Stella Piumata, con un medaglione magico a forma di portacipria. L’oggetto permette alla piccola di trasformarsi in una bella fanciulla che si chiamerà Creamy (come il negozio di dolci dei genitori di Yu) e verrà notata per la strada da un produttore musicale. Da quel momento la scalata al successo sarà rapida.

La protagonista viene consigliata, nell’uso dei poteri, da Posi e Nega, due tenere creature molto somiglianti a gattini del pianeta Stella Piumata.
I successi si susseguono e le canzoni di Creamy entrano nei cuori degli adolescenti: uno in particolare, Toshio, che si innamora perdutamente di lei. Questi non è un ragazzo qualunque, ma il migliore amico di Yu, ovviamente ignaro che la sua compagna di giochi e l’amata pop star siano la stessa persona.
Riuscirà la piccola e tenace Yu a farsi guardare da Toshio non più solo come una bambina?

Probabilmente molti dei bambini che stavano incollati alla tele negli anni Ottanta non ricordano il finale: c’è da scommettere che ora a colazione abbiano un appuntamento fisso col telecomando, per cui non lo sveleremo…

Gadget di Creamy
Gadget di Creamy

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.