Home Artisti Lio: dalla Francia con amore

Lio: dalla Francia con amore

371
Lio
Continuiamo la nostra permanenza in territorio francese, per dedicarci a quei cantanti che negli anni 80 hanno avuto molto successo anche da noi in Italia.

Dopo Desireless e la sua Voyage, Voyage, oggi ci dedichiamo ad un’altra cantante francese molto apprezzata nel nostro paese, Lio (pronuncia Liò, alla francese appunto).

In realtà Lio non è francese, come dimostra il nome completo: Vanda Maria Ribeiro Furtado Tavares de Vasconcelos.
La sua famiglia è infatti originaria del Portogallo, e dopo la separazione tra i suoi genitori, nel 1968 Lio si è trasferita con la madre in Belgio.

Lio negli anni 80
Lio negli anni 80

Qui, sul finire degli anni 70, inizia a dedicarsi alla musica, in particolare al genere Punk che in quegli anni va per la maggiore.

Il nome d’arte Lio lo riprende da un personaggio dei fumetti di “Barbarella” di Jean-Claude Forest (quelli da cui venne tratto anche il film con Jane Fonda), molto popolari in Belgio.

Quindi oltre a non essere francese Lio non vive nemmeno in Francia… ma in quegli anni la differenza è un po’ troppo sottile per essere apprezzata in Italia: Lio sembra francese, canta in francese e tanto basta.
La bella Vanda Maria viene lanciata da un gruppo belga Telex, quelli di Moskow Diskow.

Poi nel 1979 Marc Moulin, uno dei componenti dei Telex, decide di scrivere delle canzoni questa giovane ragazzina, che nemmeno diciottenne debutta in Francia con la canzone Le Banana Split che avrà un discreto riscontro anche da noi.

Soprattutto però il brano è un successo in tutta l’area francofona, dove vende circa 2 milioni di copie: tanto che la casa discografica Ariola decide di investire su Lio, e nel 1981 esce Amoureux Solitaires.

Il singolo è contenuto anche nell’album di esordio Lio, e resterà la canzone di maggior successo della cantante: si posiziona nella top ten in vari Paesi europei, arrivando al primo posto in Francia e anche in Italia.

Spinto dalla melodia e dai ritmi molto sinth-pop di inizio anni 80, il singolo rimane per oltre 4 settimane al numero 1, siamo a maggio 1981.
Addirittura a fine 1981 diventa il quarto singolo più venduto dell’anno!

Dopo il disco di esordio la carriera di Lio è proseguita con alti e bassi: ha cambiato stile diverse volte, facendo uscire molti altri album sempre con stili differenti; inoltre Lio si è dedicata alla carriera cinematografica facendo parte del cast di vari Film in Francia.

Per noi però Lio è quella di Amoureux Solitaires, Il primo album di Lio è immancabile in ogni collezione synth-pop, e la popolarità che ha continuato a riscuotere in quasi 30 anni ne è la prova.

Lio nel 2018
Lio nel 2018

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.