Home Artisti Propaganda

Propaganda

910
Propaganda

Oggi finalmente parliamo di Propaganda!
No, tranquilli: non sono qui per farvi noiosi discorsi politici di destra o sinistra!

Restiamo in terra tedesca per occuparci di questo gruppo di Dusseldorf, nato nel 1982 e formato in origine da Andreas Thein, Ralf Dörper e Michael Mertens.
Fino al 1985 sono famosi soprattutto in patria, dove restano confinati i loro primi singoli di taglio synth-pop, filone di grande tradizione in Germania. Per sfondare oltre i confini nazionali serve però un trampolino di lancio, e fortuna vuole che Trevor Horn, il cantante e discografico inglese, ricordato per “Video Killed The Radio Star” che realizzò con i Buggles nel 1979, proponga loro un contratto con una casa discografica britannica, la ZTT Records.

In Gran Bretagna il trio originario si unisce alle connazionali Susanne Freytag e Claudia Brücken. I Propaganda tentano subito di colpire il pubblico con il singolo “Dr. Mabuse”
che entra nei primi posti della classifica inglese. Poi si inizia con la creazione del loro primo album “A Secret Wish”. L’album è preceduto da “Duel”, altro singolo di importante successo per il gruppo.
A Secret Wish“, uscito nel 1985, riscuote un grande successo e vende molto, grazie a “Duel” e al successivo estratto “p:Machinery“, altra grande hit in Italia nonostante da noi il synth-pop non sia mai stato particolarmente popolare né i gruppi tedeschi particolarmente amati (un noto DJ dell’epoca all’uscita del video di “p_Machinery” commentò: “la cantante dei Propaganda diventa più brutta a ogni singolo che esce”).

Per i Propaganda, però, il successo dell’album è paradossalmente un boccone amaro: il gruppo infatti guadagna pochissimo rispetto alle copie vendute a causa del “contratto capestro” con la casa discografica, che prevedeva la cessione di tutti i diritti dell’album alla sola ZTT Records.

Infatti già nel 1985, quando esce il remix “Wishful Thinking“, questo viene realizzato senza i Propaganda, che vista la situazione decidono di sciogliersi e di continuare da soli le loro carriere. La Bruken forma un duo con il quale pubblicherà un album nel 1988, Mertens invece continua a cantare le canzoni dei Propaganda senza gli altri membri fino al 1998 quando Mertens, la Brücken e la Freytag si riuniscono per creare nuovi singoli: vengono realizzate 9 tracce audio, con varie collaborazioni.

Nel 2005 il duo Freytag-Mertens, di nuovo con il nome “Propaganda”, è tornato a
pubblicare nuovo materiale per una casa discografica tedesca.

Strano destino quello dei Propaganda: nati in Germania, pensati per il pubblico inglese, ebbero successo soprattutto in Italia. Un solo album, ma degno di essere ricordato, si piazzò tra i primo 20 in quel periodo, da noi ma anche in Inghilterra, dove per un gruppo tedesco non era facile arrivare così in alto.

Tra tutte le classifiche europee il risultato italiano il migliore fu “Duel” che arrivò al 2° posto in classifica: e ancora oggi non ci siamo dimenticati di loro!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.