Home Serie Tv Supercar ritorna in tv

Supercar ritorna in tv

8459
Supercar
Supercar è nuovamente in tv con cadenza giornaliera, per la felicità di tutti i fan della serie.

La mitica K.I.T.T. e il pilota Michael Knight (interpretato da David Hasselhoff) danno appuntamento ai telespettatori tutti i giorni, da lunedì a venerdì alle 19.15 sul canale IRIS di Mediaset.

La serie tv andò in onda dal 1982 al 1986, ma a distanza di quasi 40 anni il telefilm rimane ancora molto godibile, anche per chi ai tempi non era ancora nato.

Ma magari ci sono delle curiosità che non conosci! Eccone dieci.

  1. La sigla della serie tv fu creata dal produttore Glen Larson e dal compositore Stu Phillips, autori di sigle come “Battlestar Galactica” e “Automan”. Il tema di “Supercar” è stato ripreso e campionato anche in alcune canzoni hip hop, come per esempio “Fire It Up” di Busta Rhymes.
  2. Ai tempi “Hazzard” era il principale rivale del telefilm e la “Generale Lee” era una delle sue star. Prima del lancio di “Supercar”, la Nbc creò una pagina pubblicitaria in cui metteva a confronto le due auto ed elencava tutte le caratteristiche che facevano di KITT un modello superiore alla Generale Lee. La rivalità era tale che in “Supercar” c’è un intero episodio parodia in cui KITT sfida una Dodge Charger del 1969, guidata da due campagnoli e ovviamente… la surclassa.
  3. Cosa significa KITT? KITT è l’acronimo di “Knight Industries Two Thousand”, cioè il modello dell’anno Duemila della Knight Industries (diciamo che la realtà è un po’ diversa). Il primo nome scelto per l’auto era stato però T.A.T.T. (Trans Am Two Thousand), in riferimento al modello di auto: una Pontiac Trans Am.
  4. KITT è una Pontiac Firebird Trans Am dell’82 modificata. Dopo il successo del telefilm il numero di ordini ricevuti dalla Pontiac per le Firebird Trans Am nere subì un’impennata clamorosa. In ogni stagione tra i quattro e nove cloni di KITT venivano distrutti, per girare le scene d’azione più spettacolari. Ogni auto veniva venduta dalla General Motors alla Nbc alla cifra simbolica di un dollaro.
  5. Il pilota automatico è una delle funzioni più celebri di KITT. Per realizzare quelle scene si utilizzava un’auto con guida a destra, con pilota e comandi nascosti dietro al sedile passeggero. La Tesla ha fatto di meglio, diciamo.
  6. Era l’attore William Daniels a doppiare la voce di KITT ma, pur recitando un numero di battute pressoché pari a quelle di Hasselhoff, non venne mai citato nei crediti. Registrando le sue parti da solo in studio, non ebbe nemmeno modo di conoscere di persona Hasselhoff. Lo incontrò solo sei mesi dopo la fine delle riprese, a una festa di Natale organizzata dalla Nbc.
  7. Nella prima stagione, il meccanico di KITT è Bonnie Barstow, interpretata dall’attrice Patricia McPherson. La sua bellezza acqua e sapone, però, non convinse la produzione e venne sostituita dalla più sexy Rebecca Holden. Hasselhoff, però, si oppose e ottenne che nella terza stagione Patricia McPherson riavesse il suo ruolo.

    Bonnie Barstow
    Bonnie Barstow
  8. Dopo il successo di “Supercar”, più volte si tentò di cavalcarne l’onda con sequel e remake. Nel 1991 il pilot “Supercar 2000 – Indagine ad alta velocità” doveva inaugurare una nuova serie, ma fu abbandonata sul nascere. Nel 1997 “Team Knight Rider” durò una sola stagione, mentre un decennio più tardi la serie-revival “Knight Rider” mise al centro il figlio di Michael Knight, ma dei 22 episodi previsti ne vennero realizzati solo 17.
  9. Non solo Hasselhoff. La serie inizia con il salvataggio di un poliziotto, Michael Arthur Long (interpretato da Larry Anderson). L’uomo, grazie a una plastica facciale e a un duro addestramento, assume l’identità di Michael Knight (interpretato da David Hasselhoff) e insieme a KITT, diventerà un giustiziere a quattro ruote.
  10. Il nome scelto per il protagonista creò qualche problema a un attore di nome… Michael Knight. Durante la messa in onda della serie venne infatti sommerso dalla posta dei fan, indirizzata al suo omonimo televisivo. Il suo legame con “Supercar” non finì qui, perché Knight sposò nel 1992 l’attrice Catherine Hickland, ai tempi di “Supercar” moglie proprio di David Hasselhoff.

Fonte: TGCOM

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.