Home Artisti The voice of Italo Disco: Dora Carofiglio

The voice of Italo Disco: Dora Carofiglio

471
Dopo aver parlato di Simona Zanini e Ivana Spagna, oggi trattiamo un’altra grande voce degli anni 80: Dora Carofiglio, la brunetta del gruppo dei Novecento.

Molti sicuramente la ricorderanno come la vocalist dei Novecento, gruppo che nel 1984 spopola in Italia e all’estero con il singolo “Movin’ On”. Grazie a tutto quel successo ottenuto in così poco tempo, i Novecento vincono quell’anno il premio come “gruppo rivelazione” ad Azzurro.

Sempre nel 1984 esce “The Only One”, altro grande brano, in contemporanea con il loro album Novecento.
Nel 1986 il loro brano “Excessive Love” viene addirittura usato in uno spot pubblicitario. Il loro successo è ai suoi apici, con continue partecipazioni a show, programmi tv, radio: i Novecento diventano famosi anche all’estero grazie a case discografiche straniere.

Nello stesso periodo, in cui usciva Movin’ On, i fratelli Nicolosi e Dora si dedicano alla produzione e arrangiamento di molti brani di italo dance. Il caso che vale sicuramente la pena ricordare è il progetto Valerie Dore: è infatti Monica Stucchi il volto del progetto, mentre Dora è la voce.

Nel 1983 grazie alla casa discografica Merak Music esce il primo singolo del progetto Valerie Dore, “The Night”, che ottiene un notevole successo in tutta Europa; in seguito vengono pubblicati altri due importanti singoli: “Get Closer” del 1984 e “It’s so Easy” del 1985. Tutti i singoli sono stati registrati in studio con la fantastica voce di Dora. Dal 1986 invece con l’uscita dell’album Legend sarà la stessa Monica Stucchi a dare la voce alle canzoni, con l’aiuto di Simona Zanini dei Martinelli.

E ora… un momento di mistero. Si dice anche che Dora abbia prestato la voce anche ad Alba Parietti.

Noi non ne siamo sicuri, certamente il singolo del 1985 “Only Music Survives” è sempre della Merak Music, con musiche dei Fratelli Nicolosi e, guarda un po’, Dora.
Molti pensano che la voce fosse quella di Dora Carofiglio, la cantante dei Novecento; c’è però anche chi ritiene che Alba non fosse solo “ragazza immagine”, ma abbia anche prestato la sua voce, sia pure abbondantemente filtrata.

Tra i Novecento e Valerie Dore, possiamo dire che Dora abbia venduto dischi in tutta Europa e non solo. Anche lei, grazie a una delle voci più belle di quegli anni, ha contribuito a rendere il nostro Paese la culla di questo genere fantastico che è l’italo disco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.