Home Giocattoli Un’escursione sull’Isola di fuoco…

Un’escursione sull’Isola di fuoco…

419
Isola di fuoco
Attenzione perché questo è un altro Signor gioco in scatola amici! Uno dei giochi che ha segnato l’infanzia di chiunque abbia passato interi pomeriggi a giocarci!
Sto parlando della mitica ISOLA DI FUOCO edito dalla MB nel 1986.

isola-di-fuocoLa confezione era semplicemente ENORME! La plancia era bellissima – e leggerissima – un plastico dell’isola protagonista minuziosamente disegnato in ogni singolo dettaglio! Ricordo bene che c’erano questi sentierini in mezzo alle rocce che conducevano alla sommità della montagna, dove si trovava la gemma che dovevi recuperare col tuo bell’esploratore colorato per poter poi scappare dall’isola!

isola-di-fuocoMa non era certo così semplice l’impresa! Eh no, perché sulla cima dell’isola, proprio di fianco alla nostra cara gemma, si trovava un enorme idolo a forma di testa di demone – boh – dal quale, se pescavi la sfortunata carta ‘palla di fuoco‘, partivano le suddette palle: e se avevi la sfiga di trovarti lungo il sentiero da loro scelto per scivolare lungo la montagna, eri praticamente morto! La tua pedina esploratore cascava ed eri costretto a ricominciare da capo…

isola-di-fuocoMa parliamo dei dei deliziosi dettagli di questo gioco! Le carte erano disegnate benissimo, con illustrazioni molto ben fatte e che rendevano bene l’idea di quello che ti sarebbe successo pescando la carta in questione. La plancia aveva piccoli boschi, laghetti, fiumiciattoli, ponticelli di legno che immancabilmente crollavano se ci passava sotto la palla infuocata, rocce, cumuli di cenere lavica, e l’isola era circondata dall’oceano con la sua bella spiaggetta.

 

isola-di-fuoco

isola-di-fuoco

isola-di-fuocoMa la cosa più goduriosa – e anche macabra, lo so: ma a me faceva impazzire – era che sulla spiaggia intorno all’isola, se aguzzavi bene la vista, potevi vedere disegnati dei piccoli scheletri dei poveri esploratori non sopravvissuti con ancora indosso lo zaino… Quanto adoravo questo gioco!

isola-di-fuocoUna volta raggiunta la sommità, l’esploratore che riesce a recuperare la bella gemma rossa torna indietro e vince la partita! Come tutti gli spot anni 80 e 90 la pubblicità era bellissima, gli esploratori erano in carne e ossa e si destreggiavano tra i pericoli dell’isola. Purtroppo non si trova il video, quindi vi regalo quella che potevamo vedere sulle pagine di Topolino, che sono sempre delle chicche!

Notare il prezzo: 50.000 Lire!

isola-di-fuocoAllora siete pronti per l’escursione più pericolosa della storia dei giochi da tavolo?? Preparate lo zaino e… Buona scalata!

Rarità: 3/4 Quotazione: 4/4

Articolo precedenteKung Fury, il trash film in stile 80
Articolo successivoColonna Sonora: NOTORIUS (Duran Duran) – La Gita delle Medie
lamary
Ossimoro: Milanese Imbruttita amante del bello e di tutto quello che è "vecchio". Laureata in Arte, gattara, curiosissima, dipendente dalle virgole - ne uso troppe - e dalle patatine fritte. Cresciuta negli anni 80 con un fratello "molto maggiore" che mi ha tirata su a VHS, partite col Commodore - biscottone - 64, Masters Of the Universe - amavo Skeletor lo ammetto - e musica 80s ascoltata attraverso le cuffiette di spugna arancione del caro vecchio walkman. Ho una folle passione per gli anni 80 e tutto il trash che lo circonda, dai capelli colorati di Cindy Lauper ai risvoltini dei jeans da paninaro, dai giochi da tavolo come Monopoli o Brivido, alle bambole di Jem e le Holograms. E' per questo che ho deciso di aprire un blog tutto mio dove parlo di tutti i temi che amo con un pizzico di nostalgia canaglia che riporta indietro nel tempo chiunque legga. Sempre col sorriso però! ;-)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.