Home Libri “Di tutto il mondo, per sempre” di Elisa Fontana

“Di tutto il mondo, per sempre” di Elisa Fontana

35
elisa fontana
“Di tutto il mondo, per sempre” di Elisa Fontana.

La storia inizia nel 1986.

Il professore di musica Frank decide di animare la vita del suo paesino mettendo in scena il musical Hair.

Attorno alle prove dello spettacolo si incrociano e si scontrano le vite di amici e di sconosciuti che si ritrovano nel piccolo teatro.

Come in una serie di foto istantanee, si ritagliano storie di amicizie appena nate e amori finiti, solitudini e incontri.

I giorni si avvicendano in bilico fra gli anni Ottanta, colorati e pop, e gli anni Sessanta, sognanti e liberi. A unire le storie, lo sguardo limpido e profondo della piccola Diana, che evade dagli orrori familiari custodendo le piccole meraviglie della vita, fra cui l’amicizia con la fragile J.

Ogni personaggio ha una colonna sonora, che è possibile ascoltare su Spotify, nelle playlist “Di tutto il mondo, per sempre”

È possibile ordinare il romanzo nelle librerie tradizionali e, in formato cartaceo e e-book ai seguenti link:

https://bookabook.it/libri/di-tutto-il-mondo-per-sempre/

https://www.amazon.it/dp/8833236129/ref=cm_sw_r_wa_apa_glt_i_5N3N2WNQF12YX4QECR6J

Articolo precedenteAd Halloween si gioca a Brivido
Articolo successivoA Fantastic Journey Through The Flashdance Movie
La redazione de gli anni 80 scova le ultime news dedicate al nostro decennio preferito.

2 COMMENTI

  1. Ho adorato questo romanzo, mi sono affezionata alle storie e ai personaggi, mi sono immersa nel paesello fino a condividere quelle dinamiche più o meno tristemente o gioiosamente note…. È nostalgico e sentimentale, romantico, ma realistico, semplice ma profondo e non banale….articolato e complesso, talvolta “criptico”, ma comunque comprensibile a tutti… Così particolareggiato da catapultarti in passate melodie e dolci/amari flash-back… È una bella coperta calda, sotto cui rifugiarsi e risfogliare un mondo e parallelamente vederne altre prospettive…Era un po’ che non leggevo un bel romanzo, altre storie, altre vite da sfiorare, quasi da confondere con la propria realtà…Ed ora mi manca, come tutte le cose belle…che finiscono…O no?

  2. Quando ho iniziato a leggere questo romanzo ero molto curiosa di potermi tuffare nella vita degli anni ’80 e in effetti è proprio questa la sensazione che da subito mi ha avvolta: vivere in quel periodo storico così spensierato, lasciarmi trasportare dai personaggi e dal contesto, ritornare adolescente…
    Una alla volta si presentano le personalità dei protagonisti che,all’inizio, sembrano non avere molto in comune, ma poi, entrando nella storia, le vicende si intersecano, le persone interagiscono, si collegano tra loro e arrivano a creare delle circostanze che al lettore sembra di vivere in prima persona.
    Tutto è travolto dalla musica di quel periodo e, in alcuni momenti, viene da canticchiare o addirittura viene voglia di ballare con i protagonisti che stanno mettendo in scena il musical “HAIR”, facendo loro stessi un salto nel passato, negli anni ’60.
    In queste pagine ho trovato molti sentimenti che si mescolano nei personaggi: l’amicizia vera e l’amore, la gelosia e la semplicità, ma anche il fallimento, il pentimento, l’invidia, la rabbia e il perdono. Insomma la vita… quella vera, raccontata negli anni 80 ma valida sempre, anche oggi!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.