Home Artisti Laura Branigan

Laura Branigan

233
Laura Branigan
Dopo tanti articoli dedicati all’italo disco, oggi ci dedichiamo ad un’artista internazionale, addirittura d’oltreoceano.

Vi parlo di una cantante statunitense che anche grazie a noi italiani è diventata famosa in tutto il mondo: Laura Branigan.

Intanto iniziamo col dire che Laura è americana ma di origini italiane: infatti è nata in una famiglia italo-irlandese. Laura inizia la sua attività musicale già a fine anni 70, e durante tutta la sua carriera incide 7 album e una miriade di singoli, partecipando anche a colonne sonore di pellicole come Flashdance e Ghostbusters.

Ho iniziato l’articolo dicendovi che forse Laura senza l’italia non avrebbe avuto tutto il successo che ha collezionato durante tutta la sua vita artistica. Uno dei suoi brani più famosi è infatti “Gloria”, la versione inglese della hit del nostro Umberto Tozzi.

Nel 1982 Gloria entra in classifica nella Billboard Hot 100 americana e ci resta per ben 36 settimane, riuscendo ad arrivare fino al secondo posto. Viene addirittura inserita tra i top 100 singoli sia del 1982 che del 1983, e permette a Laura di ottenere una nomination ai Grammy come miglior voce femminile dell’anno!

In un’intervista a People Weekly Magazine Laura ha dichiarato che lei e i suoi produttori avevano inizialmente tentato una versione romantica di “Gloria” cambiando il titolo in “Mario” visto che lei era una donna (e solo perché Mario Bros non era ancora nato…). Alla fine l’idea venne scartata e la Branigan registrò la versione che conosciamo di “Gloria”. I testi furono scritti da lei insieme a Trevor Veitch.

Grazie a quest’asse italo-statunitense, nel 1984, sempre grazie alla complicità tra i produttori di Tozzi e quelli di Laura, viene incisa la cover del brano “Ti Amo” inserita nel suo terzo album “Self Control”: altro nome che a noi taliani ricorda di sicuro qualcosa… ed è proprio così, perché sempre nel 1984 Laura reinterpreta uno dei più grandi singoli italodisco: Self Control di Raf, che diventa la più grande hit per Laura e la lancia a livello internazionale, permettendole di posizionarsi in vetta alle classifiche di molti Paesi in tutto il mondo.

Self Control arriva infatti alla posizione numero 4 in USA, alla 5 in UK, e al numero 1 in molti altri Paesi come Austria Germania, Svizzera, Canada, Sud Africa.

A differenza delle altre cover, questa non aveva nemmeno bisogno di traduzione, e Laura decise di interpretarla senza fare modifiche al testo.

Il singolo venne riarrangiato dal grande produttore Giorgio Moroder (“Top Gun”, “Flashdance”, “La storia infinita”, “American gigolò”…), che a differenza delle tastiere della versione di Raf, decide di inserire un riff di chitarra e una forte presenza di percussioni.

Nonostante la prematura scomparsa della cantante avvenuta nel 2004, ancora oggi queste sue due cover sono apprezzate in tutto il mondo e sono diventate delle canzoni-simbolo degli anni 80.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.