Home Cinema Chicago ha detto sì al Museo di George Lucas

Chicago ha detto sì al Museo di George Lucas

221
George Lucas

Di solito si fa il resoconto di un anno quando è finito, però il 2015 è stato un anno così particolare che non riesco ad aspettare dicembre (un po’ come per la letterina di Babbo Natale, che infatti ho già scritto).

Pensateci un attimo: abbiamo ricevuto la visita di Marty McFly e Doc. E. Brown, abbiamo spento le 30 candeline di Super Mario e poi ci sono state tantissime novità. Su tutte, è stato inventato il bastone per i selfie (io mi chiedo come abbiamo fatto senza in tutti questi anni). EPPURE c’è un’altra novità che forse la batte.

Questa novità riguarda una persona il cui nome è George Lucas, Georginho per gli amici intimi. Non so se ne avete mai sentito parlare… Bene: questo signore (uso un aggettivo neutro perché qualsiasi altro appellativo sarebbe riduttivo) ha ottenuto dal comune di Chicago il permesso di costruire il “Lucas Museum of Narrative Arts“(Leggi qui l’articolo).

(Qui ci vuole un minuto di silenzio per metabolizzare.)

(Prima di metabolizzare scandite bene le parole e ripetete a voce alta: Lucas Museum of Narrative Arts.)

Il rendering del museo
Il rendering del museo

Avete capito cosa ha intenzione di fare Georginho? Eh sì: vuole costruire un Museo in cui non si celebreranno solo i cimeli di Star Wars e Indiana Jones, ma qualcosa di più: verrà mostrata una “prospettiva interiore del processo creativo cinematografico” (Leggi qui l’articolo). Lo so, sono delle parolone: ma è effettivamente molto difficile racchiudere in poche righe quello che si vedrà. Ad ogni modo non sarà il classico museo ma qualcosa di più. E conoscendo Lucas, qualcosa che con ogni probabilità andrà oltre la nostra umile immaginazione.

Va beh, non abbattiamoci perché non siamo visionari come Georginho e sforziamoci di usare la nostra mente… anzi scusate, volevo dire la Forza. La Forza di capire che questo luogo non sarà un semplice Museo ma diventerà (a mio parere) molto di più. Sarà una specie di Mecca. Diventerà come la Rock and Roll Hall of Fame di Cleveland, la casa di tutti gli artisti Rock che hanno lasciato il segno nella musica. Un luogo in cui non vedi l’ora di entrare, svenire dall’emozione e, al tuo risveglio, trovarti davanti Harrison Ford.

Non ci sono dubbi, vedendo ciò che ha fatto negli anni Lucas, che sarà qualcosa di visionario. Già solo aver visto i progetti dell’edifico (una specie di disco sospeso, altro che l’Infinity Loop di Apple) e sapere cosa c’è all’interno (un modello in scala del Millennium Falcon) mi dà i brividi. Non oso immaginare a cos’altro potremmo trovare all’interno, ma di sicuro ci sarà molto dato che il Museo occuperà una superficie di 300,000 metri quadrati.

La costruzione dovrebbe iniziare la prossima primavera, e si prevede che sarà operativo per il 2019. Per ora l’unico modo per alimentare la nostra immaginazione e provare ad indovinare cosa troveremo all’interno di questo Luogo Sacro è visitare il sito web del Museo: http://www.lucasmuseum.org.

Bene, ora scappo: mi hanno detto che stanno facendo le selezioni per le guide e vado a controllare che il mio vestito da Chewbacca sia a posto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.