Home Cinema John McEnroe sfida nuovamente Borg…al cinema

John McEnroe sfida nuovamente Borg…al cinema

323
John Mecenroe

L’altra sera in TV hanno intervistato un calciatore che è stato più di un semplice sportivo. Insieme ad altri suoi compagni di squadra ha fatto la fortuna della squadra dove ha giocato e la felicità dei suoi tifosi; la persona in questione si chiama Ruud Gullit.

Nonostante questo preambolo, non parlerò né di lui né di calcio, dato che gli spunti per farlo non mancheranno mai. Quello di cui voglio parlare è un altro sport, una disciplina che, a pensarci bene, negli anni 80 ha vissuto probabilmente il picco della sua popolarità grazie ai suoi talenti.

E che talenti!

Lo sport in questione è il tennis, e il protagonista dell’articolo è John McEnroe… un vero e proprio marchio di fabbrica non solo per quanto riguarda il tennis ma anche per l’eleganza che ha portato sui campi. In uno sport inventato da nobili e all’epoca ancora praticato soprattutto da nobili, Mac ha introdotto le imprecazioni, gli insulti all’arbitro e quelli agli avversari: un vero Lord (con la L maiuscola) della racchetta.

I protagonisti della pellicola, Shia Lebouf (nei panni di Mecenroe) e Sverrir Gudnason (nelle vesti di Borg)
I protagonisti della pellicola, Shia Lebouf (nei panni di Mecenroe) e Sverrir Gudnason (nelle vesti di Borg)

Beh il caro John, oltre ad aver partecipato a numerosi match passati alla storia e ad aver poi scritto alcuni libri a riguardo (mi sembra due, ma non siamo qui per parlare della sua bibliografia), si è reso nuovamente protagonista: ma non con uno spot televisivo, una partita di beneficenza o una delle sue simpatiche dichiarazioni, bensì con una pellicola biografica dal titolo ‘Borg/McEnroe’ (https://www.theguardian.com/film/2016/may/16/shia-labeouf-john-mcenroe-bjorn-borg-wimbledon-tennis-1980-final-film)…aspetta aspetta…come ‘Borg/McEnroe’? Eh lo so, anche secondo me non ha molto senso o comunque, visto il personaggio, non so come preso il fatto di comparire per secondo nel titolo, visto il suo notorio egocentrismo.

Beh e il film? Di che diavolo parla? Ah sì, il film. In pratica narra della (storica) finale di Wimbledon del 1980. Tutto qui. Eh lo so, forse non dovevo fare questa spoilerata, però l’ho reputato giusto, anche perché uno deve avere un’idea di quello che va a vedere. E poi perché lo scopo del film non è tanto parlare della partita in sé, quanto di questi due astri nascenti della racchetta e delle loro opposte personalità.

A pensarci bene potrebbe essere una pellicola interessante, e sono proprio curioso di vedere se si sono ispirati al 100% a quello str@$&o di John.

Che dire?!? Buona visione!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.