Home Disco & Dischi Kalimba de luna

Kalimba de luna

768
Kalimba de luna

Gli anni 80 sono stati gli anni delle “Meteore” per eccellenza, artisti che hanno raggiunto il successo con un solo brano: è quello che è accaduto anche a Tony Esposito, ricordate Kalimba de Luna?

Tony Esposito nasce come percussionista, un approccio al mondo della musica del tutto naturale a Napoli, la sua città natale. E infatti insieme a Tullio de Piscopo, altro napoletano, Tony rimane uno dei migliori percussionisti che abbiamo in Italia. A Napoli, dicevamo, affina il suo stile musicale.

La sua musica è ispirata a sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, mescolate con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenopea.

Prima di diventare solista, durante gli anni 70 Tony si dedica ad arrangiare le canzoni di altri artisti. Si creano così importanti collaborazioni, tra le quali ricordiamo quelle con Pino Daniele, Alan Sorrenti, Edoardo Bennato, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Francesco Guccini.

Sul finire degli anni 70 escono i suoi primi album da solista, “Rosso Napoletano” e “Processione sul Mare”.
Nel 1980 fonda il Tony Esposito Group, nel 1982 la Rai gli assegna il compito di creare una sigla per una trasmissione del calibro di Domenica In, lui risponde con “Pagaia” ed è l’inizio del boom discografico!

Tony inventa anche nuovi strumenti per creare il suono da lui desiderato: un esempio è il tamborder, che troviamo anche nel suo brano più famoso, “Kalimba de Luna” uscito nel maggio del 1984 e vincitore di “Un disco per l’estate”.

Il brano vende oltre 200.000 copie in Italia, e alla fine del 1985 riceve il “Premio Critica Discografica”.
In pochi mesi Kalimba arriva a vendere oltre 5 milioni di copie in tutto il mondo, e fa incetta di dischi d’oro.

Il brano diventa così popolare che altri artisti ne fanno delle cover: i tedeschi Boney M. reinterpretano la canzone già nell’agosto del 1984, contribuendo ad aumentare la popolarità di questo percussionista italiano.

Ma cos’è la Kalimba?
Molti se lo staranno ancora chiedendo, e lo stesso Tony Esposito in un’intervista ci toglie ogni dubbio: la Kalimba è uno strumento musicale africano!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.