Home Stranger Things Stranger Things e la musica anni 80

Stranger Things e la musica anni 80

71
Stranger Things sta aiutando le nuove generazioni a conoscere gli anni 80 mostrando loro la moda, il cibo, le bevande, i film cult e naturalmente la musica del periodo.

I fratelli Duffer in un’intervista per Complex hanno spiegato che la formula è chiara: “l’idea non era solo quella di guidare le generazioni più giovani, di introdurle a una musica a priori inaccessibile per loro, ma anche di conservare il realismo”.

L’idea degli autori è quella di “istruire” i millennials anche attraverso la musica del periodo, coinvolgendo nel progetto Nora Felder, storica promoter di grandi glorie musicali degli Eighties (vi bastano Paul Simon, Sinead O’Connor, Slash, Iggy Pop e INXS?) alla quale è stato affidato il compito di supervisore musicale.

Nelle tre stagioni passate del telefilm abbiamo potuto ascoltare un grande megamix (a dire il vero non sempre riuscito) di successi del periodo, da “Atmosphere” dei Joy Division a “Should I Stay or Should I Go” dei Clash, passando per Madonna, Pointer Sister e John Mellecamp, fino a quel capolavoro di Heroes (di David Bowie) interpretata da Peter Gabriel.

Tanti gli oggetti e i particolari riferiti alla musica del periodo come ad esempio nella terza stagione, ambientata nel 1985, il poster dei R.E.M. nella camera di Jonathan.

Jonathan Byers ha in effetti un gran gusto in fatto di canzoni e non manca di confezionare, come si faceva ai tempi, delle cassette musicali da dare in pasto al fratello.

Per continuare l’ascolto dopo il telefilm sono disponibili anche tre compilation, una per ogni stagione disponibili in versione cd e naturalmente anche in vinile colorato!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.