Home Serie Tv Bang Bang Baby: un tuffo criminale negli anni 80

Bang Bang Baby: un tuffo criminale negli anni 80

25
Disponibile sulla piattaforma di streaming Amazon Prime Video “Bang Bang Baby”, la serie tv a tema criminale in chiave pop anni 80.

La serie racconta la storia ispirata alla storia vera di Marisa Merico, la principessa della ‘ndrangheta della Milano da bere degli anni ottanta.

La serie creata da Andrea Di Stefano e diretta da Michele Alhaique con protagonista un incredibile Arianna Becheroni, già vista in “Mio fratello rincorre i dinosauri”, insieme ai due genitori, Lucia Mascino e Adriano Giannini, oltre a Dora Romano, Antonio Gerardi e Giuseppe Di Domenico.

Ambientato nel 1986, racconta la storia di Alice, adolescente di 16 anni che vede stravolta la sua vita di teenager quando scopre che il padre che credeva morto in realtà è ancora vivo.

È l’inizio di una discesa agli inferi, per Alice, che per amore del padre si tuffa nel pericoloso mondo della malavita, facendosi sedurre dal fascino del crimine.

”Sposerò Simon Le Bon” nel mondo della criminalità degli anni 80, così Lorenzo Mieli definisce Bang Bang Baby da lui prodotta per The Apartment e Wildside, entrambe del gruppo Fremantle.

Tocco di classe la colonna sonora ascoltabile in streaming, grazie alla quale sarà possibile rivivere pienamente le atmosfere anni 80 che caratterizzano questa produzione.

E’ inoltre disponibile la playlist ufficiale che contiene brani come Club Tropicana degli Wham!, Heart of Glass dei Blondie e Word Up dei Cameo, giusto per citarne quelli più iconici.

Noi de glianni80 vi consigliamo “Bang Bang Baby” perché è un perfetto mix della Milano degli yuppies e della Calabria più arcaica e orgogliosa della propria ritualità pagana.

Universi distanti anni luce tra loro, cui si vanno a sommare anche le differenze tra capoluogo e piccola provincia.

Articolo precedenteVIVA LA… PANNA!
Articolo successivoFred Ventura e il progetto Flexx
Amministro il sito e cerco di far funzionare tutti i motori al meglio. Nel tempo rimanente scrivo dei miei anni 80 e creo effetti speciali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.