Home Artisti Enjoy the Silence

Enjoy the Silence

199
Dopo una serie di articoli dedicati alla disco made in Italy, torniamo a parlare di musica internazionale, anzi internazionalissima.

Abbiamo a che fare con dei pesi massimi degli anni 80: i Depeche Mode, gruppo inglese tra i pionieri del genere synth pop e new wave e sicuramente tra i gruppi più influenti della storia della musica elettronica, con oltre 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo.

Come abbiamo fatto per altri artisti ci concentreremo oggi su uno dei loro brani più famosi, per molti versi IL brano dei Depeche Mode: “Enjoy the Silence”.
Lo so, oggi sconfiniamo, infatti il brano è targato febbraio 1990… ma il sound è tutto anni 80!

Se il primo estratto dall’album “Violator”, “Personal Jesus”, fa girare tutte le teste con la sua mescolanza di chitarre folk e suoni synth, il successivo “Enjoy The Silence” consacra i Depeche Mode a livello mondiale. Il singolo, scritto da Martin Lee Gore, viene registrato nel 1989 e quando esce nel 1990 il successo è immediato: solo nella prima settimana vende oltre un milione di copie.

Il brano viene poi pubblicato in tutto il mondo, e grazie alle posizioni in classifica e alle vendite permette alla band di vincere i Brit Award del 1991 come miglior singolo britannico.

Il singolare accostamento dell’idea del silenzio alla musica elettronica, normalmente bollata come “rumore” fu moltiplicato dalla bellezza del videoclip musicale, anche questo diventato iconico. Diretto da Anton Corbijn vede il frontman Dave Gahan vestito da re, che con il suo sdraio si sposta in varie ambientazioni: le Alpi, le scogliere della Gran Bretagna, il Portogallo. Il regista suggerisce l’idea che anche la persona più potente e ricca al mondo sarà insoddisfatta se non trova la pace interiore: il suo silenzio. In mezzo al video appaiono dei flash con raffigurati la rosa simbolo dell’album e i componenti della band in varie pose.

Pensate che inizialmente il video non piaceva alla band, che ne realizzò un altro ambientato sopra alle torri gemelle di New York.

Depeche Mode credevano che il video realizzato da Corbjin fosse troppo un azzardo e avevano paura che potesse addirittura compromettere il successo del brano; ma il video che tutti oggi conosciamo uscì comunque, diventando assieme al singolo uno dei video-clip più rappresentativi dell’epoca.

Chiudiamo con una curiosità anche sul brano. Martin Gore ha raccontato che inizialmente “Enjoy the Silence” doveva essere un lento, una ballata romantica, Alan Wilder, altro storico componente dei Depeche, decide di riarrangiarlo e di farlo cantare non a Gore, ma al frontman David Gahan.

Il resto, come si dice, è storia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.