Home Musica Sentimental dancers: Righeira – Innamoratissimo

Sentimental dancers: Righeira – Innamoratissimo

39
Innamoratissimo
Dears Sentimental dancers, in questa settimana non passiamo esimerci dal parlare di Sanremo, il festival della riviera e dei fiori.

Perché Sanremo è sempre Sanremo, ma – più che gli anni 70 o i 90 – Sanremo è gli anni 80. Una delle edizione preferite dagli appassionati è infatti quella del 1984, sulla quale ci soffermeremo più approfonditamente in altra sede.

Oggi racconteremo invece una song in gara nell’edizione del 1986, pure quella notevole.
A cantarla sono in due, e finora ci hanno intrattenuto con spiagge radioattive ed estati sul punto di finire.

1985. Johnson e Michael Righeira (al secolo Stefano Righi e Stefano Rota) a metà anno (maggio) rilasciano più o meno a sorpresa una canzone destinata a raccontare, più che una storia d’amore, un sentimento. L’estate sta finendo è la malinconia da ballare che non ti aspetti dai due gemelli dell’elettropop italico, eppure sbanca tutto.

Con dietro la sapiente produzione di Carmelo e Michelangelo La Bionda il brano raggiunge in fretta il primo posto nella classifica italiana. È il nono 45 giri più venduto dell’anno, e vince anche il Festivalbar. Allez!

Videoclip “L’estate sta finendo”

Nel 1986 i Righeira sono in gara a Sanremo, condotto da Loretta Goggi, big in un parterre che li vede sfidare nomi del calibro di Ruggeri, Ramazzotti, Bertè, Mango, e tanti altri habitué (più o meno) della kermesse floreggiante. Quando li annunciano sul palco, con tutta la verve che li contraddistingue decidono di non scendere la storica scalinata sanremese.
Prendono la rincorsa e la saltano, planando giù come alieni.
Divertiti e innamoratissimi.

Videoclip “Innamoratissimo”

Dentro il brano c’è un’armonica che rimanda ai Culture Club, ye-ye-ye beatlesiani, bpm che fanno battere il piede. E uno state of mind, quello dell’innamoramento, descritto come nessuno lo ha forse più fatto, con piglio audace, eccessivo, futurista, irriverente, sincero ed esaltante. Si racconta che, il giorno dopo l’esibizione, nonostante canzoni più quotate in gara, in giro per Sanremo non si senta canticchiare altro. La cantano pure i giornalisti, per dire.

Innamoratissimo nonostante piaccia a tutti e forte di una performance visiva di quelle memorabili, non arriva oltre il quindicesimo posto, in una graduatoria che vede vincente Ramazzotti con Adesso tu e gli Stadio ultimi con Canzoni alla radio. Si riscatta con un notevole 6 posto nelle successive charts di vendita, a conferma che classifica della serata finale e hit parade non sempre sono andate a braccetto. Eppure.

InnamoratissimoEppure, qualcosa a questo punto non funziona più come prima. Bambini Forever, l’album e il singolo estivo Italians a go-go, non riescono a ripetere le performance precedenti, e con l’avvicinarsi degli anni 90 i Righeira privilegiano exploit da soli.
Nel 92 si sciolgono. Una prima reunion arriva nel 2001, con l’uscita di un Ep contenente diverse versioni di Vamos a la Playa.

Una seconda nel 2006 con Mondovisione, album di pregevolissimo synthpop anticipato dal singolo Musica Elettronica, che lascia presagire nuovi scenari per i due ragazzi terribili. Non sarà così.

Johnson oggi continua la sua carriera solista, intrecciando interessanti collaborazioni, Michael si dedica al teatro, dimostrandosi attore di grande presenza scenica. Noi, ovviamente, non smettiamo di desiderare ancora un nuovo disco dei Righeira.

Articolo precedenteSky Cinema Collection Anni 80
Articolo successivoLe copertine di Sanremo su Cioè
Sceneggiatore, regista, musicista, podcaster, si diverte a fare incursioni là dove lo porta la curiosità. Con Fabio Fraschini è anima, mente e cuore di Milano 84, progetto musicale che nasce dal desiderio di manipolare il pop degli anni 80 per portarlo in quello di oggi e vedere l'effetto che fa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.