Home Disco & Dischi Sting canta di nuovo Russians dopo 37 anni

Sting canta di nuovo Russians dopo 37 anni

160
Russians

Sting ricanta la sua canzone Russians usciata nel 1985.

Ciò che sta accadendo in Ucraina ha riportato alla ribalta uno dei brani più politici di Sting. Ed è lui stesso a ricordarci quanto, quelle parole, siano macigni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da STING (@theofficialsting)


Con un post sui suoi canali social, il cantautore britannico ha spiegato, incredulo, di aver preso in mano la chitarra per cantare Russians.

Composta nel 1985 e contenuta nel suo album d’esordio da solista The Dream of the Blue Turtles.

Spiegando, in un breve messaggio iniziale, perché erano anni che non la suonava.

“Ho cantato solo raramente questa canzone nei molti anni trascorsi da quando è stata scritta, perché non avrei mai pensato che sarebbe stata di nuovo rilevante. Ma, alla luce della sanguinosa e tristemente sbagliata decisione di un uomo di invadere un vicino pacifico e non minaccioso, la canzone è, ancora una volta, un appello alla nostra comune umanità. È per i coraggiosi ucraini che combattono contro questa brutale tirannia e anche per i molti russi che protestano contro questo oltraggio, nonostante la minaccia di arresto e imprigionamento – Noi, tutti noi, amiamo i nostri figli. Fermate la guerr”.

Articolo precedenteTime
Articolo successivo“Takes Over” ItaloDisco all’Altromondo Studios
Amministro il sito e cerco di far funzionare tutti i motori al meglio. Nel tempo rimanente scrivo dei miei anni 80 e creo effetti speciali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.