Home Artisti 30 Anni di Sexy Girl… e non sentirli

30 Anni di Sexy Girl… e non sentirli

1272
Sexy Girl
Era il 1986 e una ragazza esplodeva nel mondo della musica italo-dance: Sabrina Salerno, la mia idola!!!

Già: dopo aver scritto sulla musica italodisco e sui cantanti di questo genere, non posso non parlare di un pilastro della musica dance italiana come Sabrina, che io semplicemente adoro. Inoltre quest’anno sono 30 anni tondi tondi che Sabrina festeggia come cantante: nel 1986 usciva infatti il suo primo singolo Sexy Girl.

Grazie alla sua grinta, alla sua vivacità… e anche al suo corpo prosperoso, negli anni 80 Sabrina conquista l’europa e diventa una delle cantanti italiane più famose all’estero.

Ma partiamo dall’inizio. Nata a Genova nel 1968, ha vissuto a Sanremo coi nonni vino ai 14 anni. Tornata a Genova, durante gli studi al Liceo Linguistico “Cesare Pavese” partecipa a un concorso di bellezza vincendo il titolo di Miss Lido. Debutta in televisione nel 1984 nel programma W le donne, continuando l’anno successivo nel popolare show del sabato sera Premiatissima sulla neonata Canale 5.

Sabrina però cerca una svolta, vuole il successo a tutti i costi. E in un pomeriggio milanese del 1986 si presenta alla porta dell’ufficio di Claudio Cecchetto, talent scout di successo. Gli impiegati dell’ufficio di Cecchetto non dimenticheranno mai quella giornata.

Claudio invita Sabrina a sedersi alla sua scrivania e le chiede cosa voglia fare. Sabrina, con determinazione e faccia tosta, risponde “Cantare!”, e Claudio “Allora Canta!”. Sabrina si alza in piedi e inizia a cantare e ballare, Cecchetto resta di stucco e decide di prenderla nella sua scuderia.

Il problema però è: che brano affidare a questa ragazza? Ma il bravo Claudio ha già qualche idea, e propone alla Sabry “Sexy Girl”, un titolo che è tutto un programma…
la canzone viene lanciata nell’estate del 1986, riscuotendo un buon successo in Italia dove si piazza diciannovesima in classifica, e diventa sigla del Festivalbar 1986, a cui Sabrina partecipa.

L'album "Sabrina" del 1987
L’album “Sabrina” del 1987

Nel 1987 esce il primo album, “Sabrina”, che contiene oltre al successo precedente anche alcune cover, come “Kiss”, “My Sharona”, “Da ya think I’m sexy” e “Lady Marmalade” (tutte canzoni ad alto tasso erotico, ovviamente).

E all’interno dell’album troviamo anche “Boys (Summertime Love)“, la canzone che fa diventare Sabrina una cantante internazionale. Si dice che un collaboratore di Claudio Cecchetto di ritorno da una partita dell’inter, avesse visto uno striscione degli ultrà interisti “BOYS”. Disse a Claudio che aveva in mente una canzone tormentone magari con Boys ripetuto tre volte e che sarebbe stata l’ideale per Sabrina…

Il singolo viene pubblicato con successo in tutta Europa il 29 maggio 1987, arrivando durante l’estate ai primi posti delle classifiche spagnole, francesi, italiane e svizzere. Il brano raggiunge inoltre la terza posizione della classifica dei singoli inglese, evento alquanto raro per un’artista italiana. Voglio ricordare che Sabrina è una delle poche cantanti italiane ad essere riuscita ad arrivare nella top 3 britannica, in un momento in cui davanti di lei c’erano due nomi come Madonna e Michael Jackson… Boys arriverà a vendere 20 milioni di copie.

In successo della canzone è dato anche dal video, il primo video musicale ad essere censurato in Regno Unito. Registrato al Florida Hotel di Jesolo, in provincia di Venezia, si “limita” a mostrare Sabrina fare un bagno in piscina insieme ad altri bagnanti. Io che abito a 15 minuti da Jesolo, quando passo davanti al Florida ho i brividi ogni volta e mi immagino Sabrina che si tuffa e canta BOYS!

Sabrina inizia a girare l’Europa e a cantare le sue canzoni. Il successo più grande oltre all’Italia lo ottiene in Spagna, dove addirittura vengono realizzate con le sue sembianze bambole, gomme da masticare e videogiochi. Boys conquista come già detto il terzo posto della chart britannica, il quinto in Australia e Germania, il secondo in Finlandia, il primo in Francia e Svizzera e via dicendo.

Tra il 1986 e il 1987 Sabrina affronta i primi ruoli di attrice, con le pellicole Grandi Magazzini e Le Foto Di Gioia, insieme al telefilm Professione Vacanze.

Nel 1988 il secondo album, “Super Sabrina”, lanciato dal brano “All of me (Boy Oh Boy)” prodotto dal trio inglese Stock, Aitken & Waterman, praticamente il top dell’epoca e responsabile tra l’altro di “You Spin Me Round” dei Dead or Alive, “Never Gonna Give You Up” di Rick Astley e “I Should Be So Lucky” di Kylie Minogue. Per dire la statura raggiunta da Sabrina e le attese riposte sul suo personaggio. E infatti grande successo anche per “My CHICO” che raggiunge la vetta della classifica italiana, con un bellissimo video girato a Firenze, altro pezzo estratto dall’album “Like a Yo Yo”, scritta dal genio altoatesino Giorgio Morder (autore della colonna sonora di “Flashdance”, “Scarface”, “La Storia Infinita”).

Nel 1989 è finalmente il momento di lanciare un brano inedito: “Gringo” l’ideale seguito di “My Chico” . La canzone non è contenuta in alcun album, ma è l’intro del film Fratelli D’italia al quale Sabrina partecipa con Jerry Calà.

Nel 1991 la svolta: Sabrina e Jo squillo partecipano al festival di Sanremo (casa sua…) con il brano “Siamo donne” prima canzone incisa in lingua italiana. La canzone si piazza a metà classifica, ma ancora oggi è un tormentone “Siamo donne oltre le gambe c’è di più”.
Negli anni 90 in Sabrina emerge la volontà di cambiare direzione artistica e staccarsi dall’immagine aggressiva e sexy: escono i singoli Rockawillie e Angel Boy che entrano in classifica in diversi paesi europei. Successivamente nel 1995 viene pubblicato il primo album in lingua italiana, “Maschio dove sei”, prodotto da lei stessa.
A metà anni 90 si dedica al teatro con I Cavalieri Della Tavola Rotonda e Uomini Sull’orlo Di Una Crisi Di Nervi,

Il 1999 segna il ritorno della cantante alla musica, con la pubblicazione in Italia e in Spagna dell’album A Flower’s Broken, che non ottiene il successo sperato. Nell’autunno del 1999 esce il film degli 883 Jolly Blu, che la vede fra i protagonisti. Ma il vero ritorno nel mondo della musica per la Sabry arriva nel 2008 con il suo nuovo album “Erase e Rewind” dove troviamo 13 nuovi singoli e tutti i suoi più grandi successi remixati.

Si è sempre parlato di rivalità tra Samantha Fox e Sabrina, perché i due personaggi erano caratterizzati in modo molto simile; ma in realtà questa rivalità non c’è mai stata, tanto che nel 2010 esce “Call me” dove le due ragazze cantano insieme la canzone dei Blondie. Sempre nello stesso anno Sabrina viene scelta come conduttrice di un programma di italia 1 dedicato agli anni 80, anzi “Mitici anni 80”: quattro puntate di ricordi e canzoni di quei favolosi anni.

Sabrina oggi si dedica molto alla famiglia (vive come me in provincia di Treviso) ma continua a cantare e gira ancora l’Europa: Italia, Spagna, Finlandia, Polonia e Francia, dove è sempre molto popolare e ogni anno fa sold out e partecipa alla tournee Stars 80, dove canta con altri cantanti anni 80 famosi soprattutto oltralpe. L’ultima volta che l’ho vista esibirsi era all’80 festival, sempre piena di energia e vitalità.

Nessuno si è dimenticato di lei… e neanche io: ho scritto quest’articolo col cuore. Per me Sabrina è un pilastro, una donna fantastica, la adoro e per me sarà sempre la numero 1.

Comunque Sabrina complimenti dopo 30 anni ci fai ballare ancora tutti, un segno indelebile nella musica europea e mondiale.
Grazie Sexy Girl !!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.