Home Cartoni Animati Auguri Lamù!

Auguri Lamù!

219
Abbiamo avuto cartoni animati per maschietti.
Abbiamo avuto cartoni animati per femminucce.
E abbiamo avuto Lamù.
Lamù era la fidanzata ideale di tutti noi maschi. E il modello di simpatia ed indipendenza per le donne.
Era bella, simpatica e con un caratterino niente male.
Tutti noi ci siamo innamorati di lei, delle sue avventure, dei personaggi strambi che incontrava ovunque, del suo rapporto tormentato con Ataru Moroboshi, del suo sorriso e, perché non ammetterlo, anche delle sue curve.
Credo non esista altro cartone animato così pieno di citazioni (da Guerre Stellari e ET passando per Alien e mille altri film, oltre alle leggende della cultura giapponese) e così bello da vedere ancora oggi. Così attuale e così incredibilmente bello.

Lamù oggi compie 35 anni.

Quindi tutti noi ragazzi degli anni 80 ci uniamo per augurarle altri mille di questi giorni!

Grazie Lamù!

Articolo precedenteMilano Games Week dal 14 al 16 ottobre a Milano
Articolo successivo“Ritorno al Futuro” doveva avere un altro titolo
Tunch
Attore, doppiatore, speaker, bassista e anche autore. Nato nella metà degli anni 70, vive gli anni 80 fra scuole elementari, scuole medie e tutte le mode che ne hanno segnato il passo. Dalla musica new wave ai paninari, fino al cinema che ha segnato anche la sua futura carriera. Nel 1987 debutta ,infatti, prima col cinema e poi con il teatro, continuando gli studi recitativi fino agli inizi degli anni 90. I quegli anni si leva diverse soddisfazioni, fra cui assistere alla vittoria dei mondiali del 1986 della “sua” Argentina con Maradona. Chiude gli anni 80 vedendo in concerto i Pink Floyd. Due volte. Insomma, la fine più che degna per questo decennio.

1 COMMENTO

  1. Amavo tantissimo il cartone, ed ero innamoratissimo di Lamù. Lessi parzialmente il manga quando fu pubblicato negli anni ’90, e vidi alcuni film quando furono distribuiti per il mercato home video, ma non ho mai osato guardare di nuovo la serie TV. Per me forse Uruseiyatsura​/Lamù è destinata a rimanere un caro ricordo, quello della serie più emozionante degli anni ’80 – come Maison Ikkoku/Cara dolce Kyoko per i ’90.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.