Home Disco & Dischi EP Castelli

EP Castelli

27
Castelli
E’ uscito Castelli, l’EP omonimo che battezza il progetto solista di Stefano Castelli.

La raccolta si apre con 1984, brano in collaborazione con Garbo e primo singolo
estratto, che celebra quell’anno dal punto di vista musicale; si continua con Chiusi, focus
track dell’EP, che tratta il tema della convivenza forzata attraverso sonorità synth pop
che si mischiano all’indie di inizio 2000.

Si passa quindi a Parassiti e Berlino ’86, brani
dalle sfumature dark, entrambi ispirati al mondo del cinema, per continuare con
Paneuropea, canzone che riflette su una nuova idea di Europa, più aperta e più inclusiva.

Ci si avvia alla conclusione con Canzone Italiana, brano più leggero, un vero e proprio
divertissement sul cantautorato italiano, che invita l’ascoltatore a cogliere le diverse
citazioni. L’EP si chiude con Sharp Blades Here, scritto con Luca Urbani e unico pezzo in
inglese, dallo stile italo disco.

Suona un mix di synth pop e new wave di ispirazione Anni ’80, con richiami al più classico cantautorato, aiutato nella produzione da Luca Urbani (Soerba, Garbo, Fluon), che è da considerarsi parte stabile del progetto anche per la parte live.

Castelli scrive e suona tutto da solo e nei primi mesi del 2021 ha rilasciato due singoli inediti: 1984 – in coppia con l’icona della new wave italiana Garbo – e Paneuropea. Grazie alle sue esperienze precedenti (Nerd Follia, the Phonograph, Nails & Castles, Clone Culture) l’artista ha partecipato a due edizioni del MiAmi Festival e ha avuto il piacere di
condividere il palco con: Metronomy, She Past Away, Kap Bambino, CJ Ramone, 2Many Djs, Shitdisco, Architecture in Helsinki, Porches, The Go! Team, Giuda, Planet Funk, Etienne De Crecy, Il Teatro Degli Orrori, Ministri, Motel Connection e tanti altri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.