Home 80 voglia di intervistare Intervista a Chicco Giuliani – Radio Deejay

Intervista a Chicco Giuliani – Radio Deejay

85
Chicco Giuliani
Abbiamo intervistato il Dj e conduttore Chicco Giuliani che potete ascoltare tutte le se sere nel programma Nightcall su Radio Deejay.

Ti diamo le chiavi della DeLorean per tornare negli anni ’80, che anno scegli e cosa fai per prima cosa?
Viaggerei nel tempo e andrei direttamente all’11 luglio del 1982: stadio Santiago Bernabeu di Madrid, Italia-Germania Ovest 3-1, un nuovo Rinascimento per l’intera nazione dopo gli anni di piombo, e non solo sportivo. Nel 1982 avevo nove anni, ero solo un bambino ma ricordo nitidamente i festeggiamenti di quella notte e lo spirito di quell’estate e di quegli anni. Il 1 febbraio 1982 è anche l’anno di fondazione di Radio Deejay. Ecco, tornerei decisamente a quel 1982 per più di un motivo! Per rispondere alla tua domanda specifica poi, ti dico che mi sarebbe piaciuto avere 18 anni proprio in quell’anno magico del mundial, così pieno di musica e di cose belle e già all’epoca avrei fatto di tutto per entrare a Radio Deejay. Questa è la prima cosa che farei tornando indietro nel tempo ed avendo un’altra età, una volta sceso dalla mia amata DeLorean.

Cosa ami di quella decade e di cosa invece avresti fatto a meno ?
Senza scomodare i massimi sistemi, ti parlo a titolo personale: quella è stata la decade della mia fanciullezza e della mia adolescenza. Nel 1980 avevo sette anni, il resto dei calcoli fatelo voi. Ho avuto un’infanzia e una adolescenza molto felici, non cambierei nulla di quegli anni. Mi piaceva la musica che sceglievo nei jukebox al mare durante le vacanze estive, o quella che richiedevo alle radio private della mia città in preda al fascino e allo stordimento per la voce del dj di turno in diretta, quando ero ancora un bambino. Mi piacevano la moda, i colori e gli outfit di quel periodo, e poi tutte le piccole e grandi rivoluzioni musicali che gli anni ’80 hanno portato con sé. Discoring, Superclassifica Show, Festivalbar, MTV, Video Music, Deejay Television, i varietà del sabato sera, i cantautori, l’italo-disco, gli spot pubblicitari più creativi di sempre, le tv e le radio private che pian piano stavano diventando grandi…che mondo!

Come sono stati i tuoi anni 80? Che ricordi hai?
Mi sono reso conto solo adesso di avere anticipato questa tua domanda con la mia precedente risposta! Anni bellissimi, quando da bambino diventi ragazzo e scopri il mondo. Quando tutto era ancora possibile! Non per tutti quel passaggio della vita risulta piacevole o totalmente privo di traumi, ma per me invece lo è stato. Se dovessi fermare un altro istante di quella decade, mi piacerebbe ritornare a scuola seduta stante! In prima liceo classico (terzo anno superiori), al mio liceo Minghetti di Bologna. Tornando poi alle mode e alla mia risposta precedente, negli anni ’80 sono stato paninaro come look, ma anche metallaro! O meglio, sono sempre stato un adolescente paninaro, che però ascoltava anche tanto metallo! Quel tipo di moda mi appassionava! E comunque, solo ricordi belli, tornando alla tua domanda secca.

Collezioni qualcosa di relativo agli anni 80?
In pochissimi amici e fedelissimi sanno che negli anni ’80, in piena adolescenza, una delle mie grandi passioni, a parte la radio e la musica, era costituita dal collezionismo di foto tifo: le foto ultrà delle curve. Sono sempre stato appassionatissimo di sottoculture giovanili e in particolare della cultura Ultras, pur non avendo quasi mai frequentato gli stadi, bensì i palazzetti del basket e relative curve. Ricordate “Supertifo”? La prima storica rivista indipendente dedicata alla cultura Ultras e alle tifoserie organizzate? Ecco, io ero sempre presente nelle pagine del mercatino di questa gloriosa pubblicazione con tutti i miei annunci di “scambio/acquisto/vendo foto” e negli anni ero riuscito a costruirmi una rete di corrispondenti in tutta Italia (alcuni anche all’estero) che mi aveva permesso di collezionare migliaia di foto di questo genere. In realtà le più belle e le più rare le posseggo ancora, chissà che valore avranno oggi! E poi, ovviamente gli adesivi di tutte le radio degli anni ’80 e pure ’90 (ride, ndr). Quelli sono ancora appiccicati sulla porta della mia cameretta di ragazzo.

Raccontaci qualcosa sul tuo rapporto con radio deejay. Prima di lavorarci eri un fan ?
Sono sempre stato un fan di Radio Deejay e il mio sogno di bambino è sempre stato quello di poterci lavorare un giorno! Sai quanti “pellegrinaggi” in via Massena fin dai tempi della scuola? (Ride, ndr.) Facevo “fughino”, bigiavo e venivo a Milano. E pensa che all’epoca l’alta velocità non esisteva nemmeno, quindi per fare Bologna-Milano in treno occorrevano comunque più di due ore. Quando ero al liceo si partiva più o meno all’orario dell’ingresso a scuola con uno o due malcapitati compagni di classe che dovevano sorbirsi la mia passione per Deejay, per poi tornare a casa al pomeriggio inventando qualche scusa poco credibile per i genitori. Tutto perché già all’epoca avevo ben chiaro in testa ciò che avrei voluto fare da grande. “Milano è un gran bell’ideale da inseguire, un sogno che fa solo chi non riesce mai a dormire”, citando i Pinguni Tattici Nucleari! Ero così già da ragazzino. Fate attenzione perché, a furia di crederci, i sogni si realizzano!

5 dischi anni 80 che un deejay deve avere sempre nelle sue serate.
Io da dj in discoteca non ho mai suonato anni ’80, ma solo per lo più house music, quindi ti risponderò più col sentimento che con una risposta da addetto ai lavori. A mio gusto radiofonico personale, ti dico dunque: Bryan Ferry di “Slave to love”, Industry di “State of the nation”, John Waite di “Missing you”, Spandau con “Through the barricades” e Police con “Every breath you take”. Tutti classiconi radiofonici insomma! Volutamente non ho scelto canzoni italiane o metal o hard rock, perché avremmo dovuto aprire una parentesi molto più ampia!

Quando ci inviti nel tuo programma ?
Quando volete! Le porte di Nightcall sono aperte per voi, amici degli anni ’80 o de “Gli anni ’80” che dir si voglia! Un abbraccio e grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.