Home Sport Il ritorno della Bestia

Il ritorno della Bestia

134
Bestia
Bestia

Gli anni 80 sono stati un decennio magico non solo per la musica, la moda (ma si dai) e il cinema, ma anche per lo sport.
Calcio, basket, tennis, Formula1 e erano quelli più seguiti, però c’erano anche altri sport che, nonostante avessero meno successo, hanno avuto il loro exploit proprio negli anni 80.

Solitamente quando si parla di sport vengono in mente  discipline che richiedono attività motorie… però ne esistono anche altri tipi dove il muscolo più in movimento è il cervello. Uno di questi sono gli scacchi, uno sport che mentalmente ti distrugge e ti lascia senza un neurone vivo.

La disciplina è antichissima, però dato che ogni cosa ha il suo ciclo, anche questa ha avuto il suo, e il momento di massima notorietà lo ha probabilmente avuto proprio nel decennio magico.

Kasparov negli anni 80
Kasparov negli anni 80

E dato che ogni sport ha i suoi fuoriclasse, negli anni 80 il nome più chiacchierato è più temuto era uno solo: Garry Kasparov, che dominò le scene 80enni a partire dal 1985, anno in cui batté un altro mostro sacro, Anatoly Karpov, al termine di una sfida intensissima e interminabile, durata decine di partite tra patte, interruzioni e riprese, per un tempo totale di molti mesi.

Il caro Garry, dopo essersi ritirato nel 2005, ha deciso che era il momento di ritornare a muovere pedoni, regine e cavalli a Sant Louis (USA) in occasione del Saint Louis Rapid and Blitz Tournament dove il montepremi in palio è di $ 150.000. (http://www.telegraph.co.uk/news/2017/07/06/king-back-chess-legend-garry-kasparov-comes-retirement/)

Come ha scritto lui stesso sul suo profilo Twitter, “Vediamo se mi ricordo come muovere i pezzi“.
Nel frattempo diamo il bentornato alla Bestia e un in bocca al lupo!

Twitter di Garry
Twitter di Garry

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.