Home Cinema Sabrina Salerno sexy girl anche al cinema (ma non per l’Italia)

Sabrina Salerno sexy girl anche al cinema (ma non per l’Italia)

735
Sabrina Salerno

Pazzesco.
In Francia girano un film con Sabrina Salerno in versione super sexy e non vogliono farcelo vedere! Dovremmo salire tutti sulle barricate per portare nelle nostre sale la commedia “Stars 80”, diretta nel 2012 da Frédéric Forestier e Thomas Langmann.
La sequenza stracult con la procace cantante che esce dall’acqua indossando una canotta bianca trasparente – in omaggio al videoclip “Boys”  del 1987 – non si dimentica facilmente.

La locandina con Sabrina
La locandina con Sabrina

Gli appassionati lettori del nostro sito correrebbero immediatamente al cinema almeno per tre motivi: la trama, la colonna sonora e la partecipazione, nel ruolo di se stessi, di oltre 20 big della “Eurodance 80’s” tra cui Desireless (ricordate “Voyage Voyage”?), Patrick Hernandez, Lio e Gilbert Montagné, oltre ovviamente a Sabrina.

Patrick Hernandez

La pellicola racconta le peripezie degli impresari musicali Vincent (Richard Anconina) e Antoine (Patrick Timsit). Per salvare la loro società dal fallimento, i due decidono di “arruolare” le star del passato per una tournée live, che partita dalle fiere di paese finirà sorprendentemente per riempire lo Stade de France di Parigi.
C’è pure un cameo di Caroline Loeb (ricorderete “C’est la ouate”, tormentone del 1986) che non canta ma interpreta la moglie del titolare del negozio di kebab.

Incredibile a dirsi, la sceneggiatura nasce da una storia vera, ispirata dai manager Hugues Gentelet e Olivier Kaefer che nel 2006 inventarono quasi per gioco lo show “Rfm Party 80” e si ritrovarono con il tutto esaurito nei palasport.

Gilbert Montagné
Gilbert Montagné

A riportarci indietro nel tempo concorre ovviamente la colonna sonora vintage, una formidabile compilation che comincia con “I Was Made for Lovin’ You” (Kiss) e “On va s’aimer” (Gilbert Montagné), prosegue con “Amoureux solitaires” (Lio), “Enola Gay” (Orchestral Manoeuvres in the Dark), la già citata “Boys (Summertime Love)”, “You Can Leave Your Hat On” (Joe Cocker) e “Sweet Dreams (Are Made of This)” (Eurythmics), per terminare con “Wonderful Life” (Black), “Born to Be Alive” (Patrick Hernandez) e “Dream” (P. Lion).

Il manifesto con Lio
Il manifesto con Lio

Il successo del film ha generato un vero tour “Stars 80” con 36 tappe in Francia, Svizzera e Belgio (niente Italia, purtroppo) e il sequel “Stars 80, la suite”, appena uscito nei cinema d’Oltralpe: il 6 dicembre 2017.
Nel bis non poteva mancare Sabrina Salerno, autentica star anche al di là delle Alpi.

Sabrina versione suora nel sequel
Sabrina versione suora nel sequel

Nelle foto di scena la cantante stavolta appare vestita da suora.
Un’improvvisa vocazione? Noi preferiamo pensare ad un’esibizione in stile “Sister Act”.

Con tutte le sciocchezzuole che escono al cinema, sembra impossibile che nessuno abbia pensato di distribuire “Stars 80” anche da noi.
A questo punto ci troviamo davanti a un bivio: o ci consoliamo con il dvd e il cd d’importazione acquistabili in Rete, oppure incrociamo le dita e speriamo che qualche gaudente produttore voli a Parigi e si accaparri i diritti per il remake italiano.
Fatevi sentire!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.