Home Artisti Simona Zanini: the voice of italo disco

Simona Zanini: the voice of italo disco

787
Con l’articolo di oggi vorrei iniziare una nuova serie dedicata alle voci più importanti della disco made in Italy.

Partiamo quindi rendendo omaggio a una grande degli anni 80: e già, perché questa cantante ha prestato la sua voce a moltissimi progetti italo disco per tutto il decennio degli 80: stiamo parlando di Simona Zanini del gruppo Martinelli.

Simona Zanini
Simona Zanini

Come già sapete dal precedente articolo sui Martinelli, Simona è una italo-americana: è nata infatti nel Kentucky ed è cresciuta negli States. Negli anni 70, però, la sua famiglia decide di ritornare nel paese di origine, ed è da noi che Simona viene notata dai due pionieri della disco italiana, i Fratelli la Bionda, che la scelgono dopo una selezione su scala nazionale nei primi anni 80.

Dopo l’incontro con Aldo Martinelli, nel 1983 nasce il primo progetto Martinelli-Zanini, i Doctor’s Cat di cui ricordiamo sicuramente singoli come Feel the Drive, Watch Out! e Gee Wiz e Andromeda.

Sempre nel 1983 nascono anche i Martinelli, dove Simona non è solo la voce, ma anche la persona fisica che si esibisce nei live.

Esce Voice in the Night, un grande successo italo disco, poi vorrei ricordare soprattutto il singolo Cenerentola del 1985, che ha consacrato i Martinelli a livello internazionale, e Revolution del 1986.

Come non dimenticare poi la canzone del Robot “Under The Ice” del 1984, dove Topo è il Robot e Roby una ragazza che come per magia ottiene la splendida voce di Simona Zanini.

Questo è stato l’unico singolo di grande successo dei Topo e Roby, ricordiamo però anche Set on Fire del 1988.

Ma è nel 1984 che Simona presta la sua voce a uno dei singoli italo disco di maggior successo di sempre, ovvero Comanchero di Moon Ray (Raggio di Luna), che si piazzò nelle top ten di molti Paesi europei.

Dietro alla bella cantante bruna di nazionalità francese che vediamo nel video originale della canzone, si nasconde infatti la voce di Simona.

Ricordiamo anche il progetto dei Radiorama del 1985: anche qui c’è lo zampino del duo Martinelli, rispetto a Moon Ray o Doctor’s cat, i Radiorama collezionarono molti più singoli, e qui c’è l’imbarazzo della scelta: Chance to Desire, Desire, Aliens, Hey Hey, Vampires.

Infine Simona, oltre a prestare la propria voce a questa miriade di progetti anni 80, partecipa all’arrangiamento e alla scrittura di vari singoli del periodo, per cantanti come Ago, Miko Mission, Valerie Dore e tanti altri.

Oggi Simona, oltre a essere una insegnante di inglese, continua ad esibirsi, soprattutto con Aldo Martinelli, e si scatena ancora, a distanza di ormai 35 anni, con questi splendidi esempi di disco made in Italy che hanno permesso al nostro Stivale di diventare un punto di riferimento musicale per tutta Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.