Home Attori 5 cose che non sai su Mr. T

5 cose che non sai su Mr. T

220
Mr. T
Mr. T, nome d’arte di Laurence Tureaud è senza dubbi una delle icone degli anni 80.

Protagonista del telefilm A-Team, ha tenuto in braccio Nancy Reagan, scazzottato con Rocky, partecipato a Wrestlemania, duettato con Arnold, è diventato un giocattolo, insomma negli anni 80 era come il prezzemolo.

Collane d’oro al collo, taglio alla moicana, faccia da duro, Mr. T ha spremuto tutto sé stesso in quel decennio e si è mantenuto in seguito con varie comparsate, sfruttando l’effetto nostalgia.

Ma ci sono cinque cose che forse non sai sul nostro eroe.

1. L’origine del nome

Mr. T ha dichiarato che l’origine del nome deriva dal modo in cui venivano trattati i suoi parenti e dal razzismo che lo circondava. “Sono cresciuto da uomo di colore in una società bianca e ho visto mio fratello tornare dal Vietnam e venire chiamato ‘ragazzo’, ho visto mio padre, che era un predicatore, venire chiamato ‘ragazzo’, ho visto abbastanza uomini di colore venire chiamati così. Cosa dobbiamo fare per essere rispettati come uomini?” A 18 anni ha quindi cambiato legalmente il suo nome in Mr. T dall’iniziale del suo cognome.

2. Bodyguard

Prima di diventare famoso, Mr. T è stato per 10 anni una guardia del corpo. Ha lavorato per  avvocati, giudici, attori, uomini d’affari e per star come Muhammad Alì, Steve McQueen, Michael Jackson, Joe Frazier e Diana Ross. Il suo servizio era pagato dai 3.000 ai 10.000 dollari al giorno in base al rischio: insomma niente male per un bodyguard…

3. Perché tutto quell’oro?

Mr. T lo potete vedere sempre con grandi catene al collo, anelli, gioielli pacchiani come i rapper di oggi: una vera ossessione per l’oro, dovuta anche al passato di Laurence come buttafuori. Capitava spesso che fosse coinvolto in qualche rissa con clienti alticci e drogati, i quali dopo essere stati sbattuti fuori magari lasciavano sul posto collane e altri oggetti vistosi che Mr. T indossava come trofei. Ha smesso solo nel 2005, durante la sua missione da volontario per l’uragano Katrina, come segno di rispetto verso le vittime e verso la sua fede cristiana. Poi però nel 2010 è stato testimonial di un’azienda di Compro Oro e la passione per i catenoni gli è tornata…

4. Assassino su commissione

Mr. T sostiene che durante la sua attività di guardia del corpo gli furono offerti ben 75.000 dollari per un omicidio su commissione. Mr. T ha dichiarato di aver ovviamente declinato l’offerta e di aver cercato di avvertire la vittima, che nel frattempo però era morta in un incidente d’auto (nessun sospetto?).

5. Boscaiolo mancato

Nel 1976 Tureaud era nell’esercito e gli fu inflitta una punizione che prevedeva il taglio di alcuni alberi, senza specificare quanti. Dopo circa dodici ore ne aveva tagliati settanta e un Maggiore a dirgli di fermarsi. Nel 1987 arrivò a tagliarne ben cento attorno alla sua proprietà nei pressi di Lake Forest, sostenendo che fosse un rimedio contro l’allergia. Insomma se lo vedete non dategli un’ascia in mano, potrebbe disboscare l’Amazzonia più velocemente di quanto già stia facendo Bolsonaro in questi anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.