Home Sport Come ti giro il Canada con una gamba sola

Come ti giro il Canada con una gamba sola

27
Canada
Se penso alla mia gioventù non posso fare a meno di ricordare a tutte quelle volte che mi si sono presentati davanti degli eventi e a come li ho affrontati.

A dirla tutta credo che tutta la mia generazione abbia affrontato le varie sfide che si presentavano davanti con la stessa tenacia e grinta, anche perché a farci da supporto morale avevamo dei pezzi da 90 come Rocky Balboa, Mike Tyson, Eye of the Tiger dei Survivor e Ilona Staller … cioè non sò se ho reso bene l’idea.

Chiaro che se gli esempi da imitare sono dei personaggi da copertina senza alcun tipo di apparente difetto é tutto più facile… voglio vedere io se ti capita qualcuno di “imperfetto” come ci si comporta.

Ad esempio provate ad immaginare di essere nei panni di Terry Fox: cosa fareste se vi amputassero la gamba destra a causa di un tumore? Ve ne andreste in giro per tutto il Canada a raccogliere fondi? Eeeh… bella domanda…

Beh non sò voi ma il caro Mr. Fox, nel 1981, fece proprio questo: dopo essergli stato diagnosticato un tumore alla gamba destra, quest’ultima gli fu amputata per fermare la malattia.
A questo punto Terry, dopo aver scoperto come la ricerca gli avesse salvato la vita (2 anni prima dell’intervento il tasso di sopravvivenza era del 15%, all’epoca dell’operazione di Terry, il tasso era salito al 50%) decise di girare tutto il Canada con una protesi alla gamba destra per raccogliere fondi per la ricerca e sensibilizzare l’opinione pubblica su un argomento ancora non molto conosciuto.

Altra fase della maratona
Altra fase della maratona

Per farvi capire meglio lo sforzo fatto da quest’uomo vi dico solo alcuni dati: l’obiettivo della maratona era quello di attraversare tutto il Canada a piedi percorrendo GIORNALMENTE 42 chilometri (cioè la lunghezza di una maratona).
L’impresa ebbe inizio il 12 aprile 1980, finí l’1 settembre dello stesso anno e durò “solo” 143 giorni e 5373 chilometri: purtroppo Terry non riuscí a completare la “Marathon of Hope” (così fu denominata) in quanto non poté andare avanti a causa delle masse tumorali che si svilupparono nei polmoni.
Nonostante l’impresa non fu portata a termine il maratoneta riusci a raccogliere 1,7 milioni di dollari e successivamente la CTV Television Network riuscì a raccogliere altri 10 milioni.
Nonostante il nostro Terry ci abbia lasciati molto giovane (non aveva ancora 23 anni quando se ne andò) in Canada é riconosciuto come uno dei personaggi più noti del Paese e come personaggio degli anni 80 penso proprio che debba avere un posto di assoluto prestigio nell’Olimpo degli eroi della nostra generazione.

Grazie Terry Fox

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.