Home Italodisco CYBER PEOPLE

CYBER PEOPLE

89
CYBER PEOPLE
Come ormai ben sapete, l’italo disco è il genere musicale che preferisco degli anni 80. Ho scritto numerosi articoli sulla disco made in Italy, e spesso ci siamo concentrati sui brani più famosi e conosciuti come Comanchero, I Like Chopin, Boys… e tantissimi altri.

Oggi ci dedichiamo a un progetto italo disco che ha lasciato il segno. Siamo nel 1984 e Giorgio Spagna, il fratello di un’altra star italiana, Ivana Spagna, incide sotto lo psuedonimo di Cyber People il singolo “Polaris”.

Si trattava di un progetto creato in studio di registrazione, dal sound tutto elettronico e molto diverso dai brani italo del periodo.

Il singolo arrangiato da Spagna viene pubblicato prima in Italia dall’etichetta Memory Records e poi anche in Germania distribuito dalla ZYX, diventando un piccolo successo. Ancora oggi il primo singolo Polaris è considerato un classico del genere.

L’anno successivo arriva però il singolo di maggior importanza per Cyber People: si tratta del brano “Void Vision”, a mio parere uno dei brani Spacesynth migliori degli anni 80. Il brano viene pubblicato in tutta Europa e fino in alcuni Paesi del Sudamerica, diventando una pietra miliare del genere italo disco.

Dopo Void Vision, Giorgio Spagna lascia il progetto Cyber People che però continua nel 1986 grazie alla collaborazione con la band svedese Samedi: esce infatti il terzo singolo “Doctor Faustu’s e” in seguito il singolo “Digital Signal Processor”, scritto da Mirko Limoni nel 1988.

Alla fine di quell’anno il progetto Cyber ​​People si sciolse, non prima però di aver lasciato alcuni dei più importanti singoli italo disco mai prodotti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.