Home Cinema Dirty Dancing: la colonna sonora

Dirty Dancing: la colonna sonora

86
Ci sono film che segnano un’epoca, che rimangono impressi nella nostra mente e che non ci stanchiamo mai di rivedere, negli anni 80 sono uscite pellicole che negli anni sono diventati delle vere pietre miliari come Top Gun, E.T., Ritorno al Futuro, etc.

Oltre che alla storia in sé, si dava molto peso alla colonna sonora di questi cult-movie, infatti molto spesso appena sentiamo una di quelle canzoni, la colleghiamo direttamente al film.

Vi basti pensare a Take my Breath away per Top Gun oppure The Power of Love per Ritorno al Futuro.

Oggi parleremo della colonna sonora di Dirty Dancing, che al suo interno non ha un solo brano diventato famoso, ma molti di più.
La colonna sonora del film ha venduto oltre 32 milioni di copie, ed è diventato uno degli album più venduti di tutti i tempi, ha scalato le classifiche nel mondo, rimanendo in testa a quella Americana per 18 settimane e poi primi posti un pò ovunque: Australia, Austria, Germania, Olanda, Svezia, etc.
Ogni brano di questa colonna sonora è fantastico, pensate che da questo LP vengono estratti ben quattro singoli.

Iniziamo da (I’ve Had) The Time of My Life di Bill Medley e Jennifer Warnes,  il singolo che maggiormente identifica Dirty Dancing, il brano vince numerosi premi tra cui un Academy Awards, un Golden Globe e un Grammy.
Il produttore e capo della Millennium Records, Jimmy Ienner, chiese a Previte di scrivere della musica per “un piccolo film chiamato Dirty Dancing “.
All’inizio il cantautore si rifiutò, ma Ienner alla fine lo convinse, si iniziò a girare il film, ma il brano non era ancora pronto, infatti la famosa scena in cui Patrick Swayze e Jennifer Grey ballano insieme era stata girata con una versione demo. Quando uscì il brano, in contemporanea all’uscita del film, divenne un successo mondiale.
Previte poi scrisse addirittura un altro grande singolo, ovvero Hungry Eyes cantata da Eric Carmen, a me questo pezzo fa venire i brividi ogni volta, nel film la ritroviamo mentre Johnny e baby, si stanno esercitando in una delle loro lezioni di danza.

Il testo parla di un uomo che desidera una donna e fantastica sul suo rapporto con lei. Afferma, che, quando si trova di fronte a lei, i suoi occhi ardono d’amore.
Questo diviene il più grande successo di Eric Carmen, che in quel periodo aveva pensato di abbandonare la carriera da solista per dedicarsi solo alla scrittura e produzione, ma quel 45 giri ottenne buoni piazzamenti nelle classifiche, tanto da fargli cambiare idea.
Ultimo ma solo per ordine, il singolo di Patrick SwayzeShe’s Like the Wind, che inizialmente non doveva essere usata per Dirty Dancing, ma per un altro film.
La canzone venne inizizalmente accantonata, ma i produttori della colonna sonora del film decisero di inserirla, sia perchè ne erano rimasti colpiti, sia perchè avevano finito il budget dedicato alla soundtrack.
Il pezzo è una canzone d’amore, dove un uomo capisce di aver perso la sua amata, lei è come il vento, ma lui non si capacita a stare senza di lei, e vive nella speranza che lei ritorni a calmare il suo dolore.

Una Colonna Sonora tra le più belle degli anni 80, da avere assolutamente nella vostra raccolta.
Articolo precedenteLa storia dell’arcade di Bubble Bobble
Articolo successivoMichael J. Fox e il commovente incontro con Christopher Lloyd per ricordare “Ritorno al futuro”
Matteo Redigolo, mi conoscono su Twitter come @80sLOV e sono un grande appassionato del decennio ottanta (ma anche di quello precedente). Fan di Sabrina Salerno, Duran Duran, Spandau Ballet, Samantha Fox....

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.