Home Cinema Il 5-5-5 di Oronzo Canà

Il 5-5-5 di Oronzo Canà

402
Oronzo Canà

L’allenatore nel pallone è senza dubbio uno dei più famosi film italiani aventi quale soggetto il calcio: commedia del 1984, tale lungometraggio narra le immaginarie gesta dell’allenatore Oronzo Canà (interpretato da Lino Banfi) alla guida della Longobarda, sgangherata compagine neopromossa in Serie A.

Oltre a Banfi, il cast annovera artisti quali Camillo Milli, Gigi Sammarchi, Andrea Roncato e Urs Althaus, nonché parecchi “addetti ai lavori” (calciatori, allenatori, dirigenti e giornalisti) che interpretano loro stessi.

Una delle scene “cult” di tale opera è quella che vede Canà intento a spiegare ai propri giocatori il suo innovativo (a suo dire) modulo di gioco denominato bizona (cioè “doppia zona”) o 5-5-5, come se in campo la sua squadra schierasse sedici elementi (il portiere non viene, infatti, contato) anziché undici: alle legittime richieste di chiarimenti provenienti dai calciatori, il tecnico risponde che il tutto consiste nel fatto che tale modo di giocare prevede che all’occorrenza gli attaccanti debbano retrocedere in difesa e i difensori proiettarsi in attacco, confondendo gli avversari.

Il 5-5-5 è successivamente entrato nel lessico calcistico con il significato di modulo di gioco consistente in una vera e propria confusione generale: in sostanza, nel giocare senza la benché minima idea, solamente confidando in qualche colpo di fortuna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.