Home Disco & Dischi Martika – Toy soldiers

Martika – Toy soldiers

157
Oggi facciamo un salto negli USA, per dedicarci a un singolo che festeggia il trentennale dall’uscita proprio quest’anno; inoltre cercheremo di capire la tematica del brano, molto delicata per un brano pop: la voce è quella della cantante Martika e il singolo di cui parleremo è Toy Soldiers.

Toy Soldiers viene pubblicato dalla cantante statunitense nel gennaio del 1989, dall’etichetta CBS, come estratto dall’album “Martika” del 1988 che nelle intenzioni dei produttori avrebbe dovuto lanciare (l’ennesima) anti-Madonna: Marta Marrero, origini cubane e passaporto statunitense, in arte appunto Martika.

“Martika” aveva avuto un buon riscontro grazie a tracce come “More Than You Know” e la ballabile “I Feel The Earth Move”, ma è “Toy Soldiers” che cambia le cose: in breve tempo il brano raggiunge le vette delle classifiche in molti Paesi: in USA raggiunge la prima posizione e vi rimane per oltre due settimane; poi vale la pena ricordare la seconda posizione in Norvegia e la terza in Svizzera.

Si tratta di una canzone contro l’uso di droghe: il brano parla infatti di come la droga renda le persone inerti come i soldatini giocattolo (Toy Soldiers) con cui giocano bambini. Martika ha scritto il testo cogliendo ispirazione da un amico che stava combattendo contro la sua dipendenza: “Ero un po’ titubante perché avevo scritto solo due canzoni prima, ed erano canzoni leggere. Mi avvicinai a Michael e dissi che volevo scrivere di droghe. Era la prima volta che mi veniva il coraggio di scrivere di qualcosa di spaventoso per me di cui parlare, ma così ho fatto.”

Toy Soldiers viene cantata da Martika, assieme a un coro di ex compagni di “Kids Incorporated”, una specie di talent per bambini e ragazzi che andava in onda nei primi anni 80 negli Stati uniti.

Dopo un lungo oblio, è stata rilanciata da Eminem: la sua versione rap (che parla questa volta delle sue faide verbali con altri rapper) rientra prepotentemente in classifica: numero 1 nelle classifiche europea e britannica, e nella Top 10 di vari Paesi europei.

Oggi Martika non ha abbandonato il mondo della musica, anzi continua a dedicarsi alla sua passione pubblicando nuovi album; questo però resta sicuramente il suo singolo di maggior successo, oltre che ad avere delle belle sonorità, porta con sé un messaggio purtroppo sempre attuale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.