Home Italodisco Patrizia Pellegrino: La bionda spaziale della italo disco

Patrizia Pellegrino: La bionda spaziale della italo disco

72
Patrizia Pellegrino
Patrizia Pellegrino è una figura poliedrica nel panorama dell’intrattenimento italiano, riconosciuta per il suo talento sia sullo schermo che sul palcoscenico musicale.

Nata a Napoli, la sua carriera spazia dall’interpretazione cinematografica alla conduzione televisiva, lasciando un’impronta indelebile nel mondo della musica disco italiana degli anni ’80.

Il suo debutto nel mondo della musica avviene nel 1981 con il singolo “Beng!!!”, pubblicato dalla CGD e diventato sigla del programma televisivo “Gran Canal” della Rai, orchestrato dal maestro Pino Calvi.

Tuttavia, è con brani come “Automaticamore” e “Musica Spaziale” che Pellegrino si fa conoscere nel mondo della dance. “Automaticamore” lato B di Beng è un incrocio perfetto tra funk, disco e sintetizzatori, con arrangiamenti di Claudio Gizzi e testi di Stefano Jürgens. La voce fantascientifica della giovane biondina ci porta nello spazio cosmico attraverso un’ode erotica e futuristica.

Il follow-up arriva l’anno dopo, “Matta-Ta”, una sorta di risposta italiana ad “Amoureux Solitaires” di Lio uscita nel 1980. Anche in questo caso ad attrarre il mondo delle discoteche è la b side, “Musica Spaziale” prodotta da Constantino Paolini. Questo brano, caratterizzato da un ritmo serrato e dalla voce vellutata della Pellegrino, incanta gli ascoltatori con testi dalle sfumature cosmiche che evocano un viaggio nell’universo della beatitudine astrale.

Altro singolo di rilievo è “Il Mondo Da Una Nuvola”, pubblicato nel 1983, dove Pellegrino esplora sonorità elettroniche sotto la guida di Claudio Gizzi. La sua voce misteriosa e sognante accompagna melodie accattivanti e ci racconta il mondo visro dalla prospettiva di una nuvola con una passione romantica per la sua diversità.

Patrizia continuerà con l’attività musicale per tutti gli anni 80, “Chiamami Patrizia” del 1986, contenente quattro brani a cui collaborano, tra gli altri, Alberto Radius e Cristiano Malgioglio. È Stefano Previsti dei Big Ben Tribe ad arrangiare “New Magic” nel 1987 con movenze synth pop. Presa da altri impegni, la Pellegrino torna nel 1991 su Ricordi con “Sophia”

Poi decide di dedicarsi maggiormente alla carriera di soubrette e attrice. Ma il suo impatto nella dance, continua a essere riconosciuto attraverso reinterpretazioni e remix dei suoi brani iconici che negli ultimi anni sono stati tutti ristampati per immergerci ancora una volta in quella musica spaziale e cosmica dei primi anni 80.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.