Home Italodisco SAVAGE – TONIGHT

SAVAGE – TONIGHT

51
SAVAGE
Siamo nel 1984 ed esce uno degli album tra i più rappresentativi della dance made in Italy, ovvero Tonight di Savage.

Roberto Zanetti si è sempre contraddistinto per il suo sound inconfondibile e per quel suo modo di cantare molto malinconico, ottenendo così una vera e propria identità musicale quasi staccandosi dalla classica italo da discoteca al quale tutti siamo abituati.

Già prima di registrare Tonight, aveva lavorato dietro le quinte, usando il nome di Robyx, nei primi anni 80 ha scritto e prodotto alcuni futuri classici di Italo, come Capsicum di Stargo, Incantations di Gang e la più famosa Magic Carillon di Rose.

Dopo i primi successi Savage decide di tentare la carriera da solista, aveva già scritto il suo primo singolo Don’t Cry Tonight, noleggiando i sintetizzatori e le drum machine, ma apparire in tv sarebbe stato molto diverso che fare l’arrangiatore o il produttore.

Savage trascorre i primi secondi del suo debutto televisivo nazionale a Discoring congelato. Mentre inizia a suonare l’intro di “Don’t Cry Tonight”, lui si mette in ginocchio, con la mano destra appoggiata sulla gamba e la sinistra attorno al collo. Un cappello di feltro gli copre tutto il viso.

Dopo otto battute immobili, Zanetti alza la testa e guarda in telecamera. All’improvviso, un sussulto: la sua mano destra batte a terra, si alza lentamente, con le braccia tese lungo i fianchi. Stringe i pugni e nasconde di nuovo il viso e dopo circa 75 secondi dall’inizio della canzone, inizia un testo tra i più belli e profondi della dance italiana, carico di emozioni e di amore.

Quello strano modo di porsi davanti alla telecamera divenne un vero e proprio segno distintivo per l’artista toscano, la sua timidezza lo portava a nascondersi dietro ai pugni, lui era perlopiù un autore che un animale da palcoscenico. Ma tutto funzionò, tanto da riuscire ad ottenere una sua identità, sia stilistica che musicale.

Dopo il successo del primo singolo, ecco uscire l’album Tonight, un Lp coerente dalla prima all’ultima traccia. Tutti i brani sono accomunati da una linea di basso molto presente, quasi pixelata, una batteria pungente e da melodie romantiche, accompagnate da dei testi molto malinconici. La voce convincente di Savage è la ciliegina sulla torta, diversa, elegante e unica nel suo stile.

Nell’ album troviamo anche il secondo singolo di Savage, Only You, il sequel di Don’t cry Tonight, la storia di un amore che non vuole finire, dove i classici sound elettronici vengono accompagnati dai suoni classici di un organo. Ancora una volta Savage nasconde il suo viso dietro ai suoi pugni chiusi.

Le tracce dell’album sono inoltre accomunate da BPM molto bassi. Tonight non supera mai i 108 BPM e la bellissima A love Again arriva addirittura ad 84 BPM, il pezzo inizia molto lentamente, quasi spento per poi illuminarsi di botto durante il ritornello, quando ci parla di un amore lontano.

“Radio”, si apre con il suono di una bomba atomica e poi continua con tickettio di un minaccioso metronomo, una vera e propria lettera alla persona amata, che vuole far riflettere sulle paure e sui dubbi che l’amore può portare con se.

Anche il brano”Fugitive” è caratterizzato da una forte presenza di sintetizzatori dai suoni artigianali, una canzone che racconta la storia di due amanti, nella paura di venire scoperti, L’unica traccia leggermente diversa è “Turn Around”, inizia infatti solo con l’accompagnamento di un pianoforte, la sua iniziale tristezza da ballata si riscattata poco dopo, quando la canzone viene successivamente fritta in un’esplosione di sintetizzatori.

Un album che non è solo dance è amore in tutte le sue forme, come ha ricordato Flemming Dalum, la Italo può richiedere un po’ di tempo per abituarsi: una canzone che a prima vista potrebbe sembrarti inascoltabile e assurda può farsi strada nel tuo cervello e costringerti a tornare ancora e ancora. Italo disco è un virus. Un virus magico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.