Home Sport Avete mai vinto una medaglia d’oro dopo aver sbattuto la testa contro...

Avete mai vinto una medaglia d’oro dopo aver sbattuto la testa contro un trampolino? No? Beh Mr. Louganis c’è riuscito.

472
Mr. Louganis

I fuoriclasse sono definiti così perché sono di un altro pianeta. Sono quelle persone che ti lasciano senza fiato, qualunque siano le avversità e gli ostacoli riescono a venirne fuori e ad esaltarsi con delle prestazioni da… fuoriclasse, appunto.

Il mondo, per fortuna, ne ha sfornati diversi in molte discipline e settori: tra questi, quelli che forse sono più sotto i riflettori sono gli sportivi, individui che di solito si esaltano soprattutto in uno degli eventi più “sacri”: le Olimpiadi.

Come già sapete, adoro le Olimpiadi…che belle! Hanno un fascino particolare, è un evento che si celebra ogni 4 anni e in ogni edizione ha avuto un epilogo o degli episodi che ha reso i Giochi leggendari. Di episodi o personaggi epici ce ne sono stati diversi: da Eddie “l’aquila” Edwards, alla nazionale di Hockey sul Ghiaccio americana a Greg Louganis. Mr. Trampolino. Un mito, anzi un fuoriclasse del trampolino.

greg-louganis

Come dicevo, Mr. Trampoline Man aveva partecipato alle olimpiadi del 1976 e del 1984 riuscendo ad agguantare, rispettivamente, una medaglia d’argento e una d’oro (nel conteggio non ho incluso i vari trofei delle diverse competizioni mondiali e panamericane, dove stravinse) e si preparava a sbaragliare la concorrenza anche nella edizione del 1988 a Seul. Per la precisione nella gara di tuffi dalla piattaforma da 10 metri e in quella del trampolino da 3 metri.

Piccolo inciso: Greg avrebbe potuto vincere anche le Olimpiadi del 1980 che si tennero a Mosca, ma dato che quell’edizione fu boicottata dagli Stati Uniti, Greg fu costretto a non partecipare.

Ma torniamo a noi. Stavo scrivendo che Louganis era il super favorito e carico come una molla per l’edizione di Seul. Nella gara della piattaforma da 10 metri non ebbe problemi. Non posso però dire lo stesso della competizione del trampolino da 3 metri. Come dire, Louganis non doveva aver avuto dei buoni voti in matematica, perché durante la realizzazione del salto per le qualificazioni alle fasi finali della disciplina olimpica, precisamente nella parte finale, calcolò la male la distanza del suo corpo dal trampolino e… ehm… sbatté la testa contro lo stesso. Che dolore!!!

greg louganis oggi
Greg Louganis oggi

Però sbaglio o stiamo parlando di un fuoriclasse? Di uno che, nonostante le difficoltà riesce a tirare fuori dal cilindro una prestazione super? Cioè ci rendiamo conto che quest’uomo aveva al suo attivo 2 medaglie d’oro olimpiche? Esatto!!! E qui viene fuori il fuoriclasse perché, dopo essere ritornato in vasca 35 minuti dopo il salto che gli provocò un bel mal di testa, andò a conquistare la sua terza medaglia d’oro. Non solo: pochi giorni dopo prese possesso del suo quarto oro nella, come detto in precedenza, gara della piattaforma da 10 metri.

E ora come se la passa Mr. Trampoline Man? Beh vi posso dire che nel 1994 fece outing dichiarando di essere omosessuale e, recentemente, ha prestato il suo nome come testimonial per riportare i giochi olimpici del 2024 a Los Angeles.
Che dire? La prossima volta che vi tuffate, ripassate meglio la matematica e fate meglio i calcoli.

Se volete avere una vaga idea di com’è andato il tuffo guardate qui:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.