Home Cinema Come ti salvo il mondo con il Ping Pong

Come ti salvo il mondo con il Ping Pong

336
Ping Pong
Ogni volta che sento quel nome è un colpo al cuore… è come qualcosa che esiste in questo mondo ma che non lo accetterai mai…come cazzo si fa a chiamare “tennistavolo” il ping pong?

Ok, d’accordo che in inglese si chiama Tennis Table e che il nome Ping Pong, che è “cosí carino” (come direbbe la mia dolce metà), non è altro che un brand inventato dall’azienda inglese John Jacques.(http://tabletennis.about.com/od/beginnersguide/f/tt_or_ping_pong.htm) Però ogni volta che lo sento mi va di traverso qualcosa.

Per fortuna che se ne sono accorti anche gli autori della pellicola ‘Ping-Pong Summer‘ altrimenti quel film, se avessero utilizzato la parola Tennis Tavolo, lo sarebbe andato a vedere solo mia nonna.
Che poi dovete troppo guardare il trailer: praticamente il film è ambientato nel 1985 è parla di un ragazzo ossessionato dal Ping Pong.

Cioè: sto già piangendo.

Sì, perché pensare che abbiano fatto un film su questo sport, ambientato negli anni 80, beh… è proprio una super libidine. Anche perché mi fanno venire in mente un mucchio di ricordi. Ad esempio quando andavo al bar a giocare con i miei amici e cercavo l’impugnatura migliore per colpire meglio la pallina (europea? cinese? coreana? Erano anni di grandi sperimentazioni) oppure la battuta migliore per fare subito punto e far incavolare l’avversario.

Però, nonostante fosse uno sport gettonato, non venne mai preso troppo sul serio dai grandi: ad esempio, di cartoni animati io e tutti i miei amici pallettari non ne abbiamo mai visti.
Almeno in Italia. C’erano Holly e Benji, Mila e Shiro, perfino ‘Tutti in campo con Lottie’ (un anime sul golf, ma si può???).
Cartoni sul ping pong però neanche l’ombra, se non una breve ma intensa apparizione del guru delle discipline sportive: Gigi La Trottola che ha dedicato al Tennistavolo un intero episodio.

Di recente, in compenso, ho scovato una cosa che FORSE potrebbe risollevare il morale della nostra infanzia e evitarci di chiedere il rimborso delle ore spese a guardare Lottie.
Ragazzi e ragazze (anche se a loro non fregava mica niente di giocarci, a meno che non c’era un figaccione), vi presento… Ciro il Campione di Ping Pong.
Proprio una squisitezza, date un occhio qui:

Ah: devo subito smorzare il vostro entusiasmo perché in realtà quel cartone non è mai esistito. Però i complimenti i creatori della sigla se li meritano!

La prima edizione del campionato mondiale di Tennis Tavolo si tenne nel 1926, ripetuta prima ogni anno e ogni due anni dal 1957. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione internazionale di Tennistavolo (http://www.ittf.com/).
Qui i campioni incontrastati sono stati inizialmente gli ungheresi, ma poi si sono svegliati i cinesi e non ce n’è stato più per nessuno (https://en.m.wikipedia.org/wiki/World_Table_Tennis_Championships).

Cercando in giro poi si trovano molti tipi di tornei mondiali per pongisti (colui che gioca a Ping Pong CAPRA!), ad esempio c’è il campionato mondiale di Ping Pong (http://www.worldchampionshipofpingpong.net/), che poi se vai a vedere tra i vincitori non c’è neanche un cinese quindi il livello secondo me non è al top.
Oppure c’è il ‘Campionato mondiale dei veterani del Tennis Tavolo (http://www.wvc2016.com/en/06-inscripciones.php) che si è da poco svolto tra Alicante ed Elche in Spagna.

Però a mio parere IL Torneo più importante e prestigioso al mondo è solo uno: le Olimpiadi. Qui non bluffi mio caro! Qui giochi con gente cazzuta (nel particolare con dei cinesi nell’elite del Ping Pong moderno). Qui devi cagarti nelle mutande nel momento in cui il cinese prende la racchetta. Scusate ma non è che sono fissato con il Paese dagli occhi a mandorla, però voglio solo dire che qui stiamo parlando di una nazione che ha letteralmente monopolizzato uno sport avendo vinto un totale di 47 medaglie (di cui 24 ori). Per farvi capire meglio di chi stiamo parlando, vi dico solo che al secondo posto c’è la Corea del Sud con 18 medaglie (e “solo” 3 ori) (https://en.m.wikipedia.org/wiki/Table_tennis_at_the_Summer_Olympics).

ping pongC’è poi una cosa che ha fatto il Ping Pong: avvicinare due nazioni di due ideologie totalmente opposte: vi avviso già che non è una cosa da anni 80, però è talmente importante da aver influenzato lo svolgere degli eventi futuri e quindi anche il nostro decennio.

L’evento in questione si chiama “Diplomazia Ping Pong“, si svolse nel 1971 e permise agli Stati Uniti di poter visitare la Cina in un periodo, per entrambe le nazioni, molto particolare.

Andiamo con ordine: ci troviamo nel 1971 a Nagoya (Giappone) per i campionati del mondo di Tennis Tavolo. I protagonisti di questa storia sono i giocatori della nazionale degli Stati Uniti e Cina, Glenn Cowan e Zhuang Zedong.

Zhuang Zedong
Zhuang Zedong in azione

Tralasciando le diverse versioni sul come sia stato invitato Mr. Cowan e la sua nazionale da Mr. Zedong e compagni, l’evento storico fu proprio quello che gli Stati Uniti vennero invitati dal governo di Mao a visitare il paese asiatico. (https://www.washingtonpost.com/opinions/ping-pong-diplomacy-the-secret-history-behind-the-game-that-changed-the-world-by-nicholas-griffin/2014/01/24/03e10536-794f-11e3-af7f-13bf0e9965f6_story.html)

L’invito fu preso da entrambe le nazioni come un segno favorevole in quanto: la Cina si stava finalmente aprendo dopo 23 anni di isolamento dovuto alla rivoluzione culturale del 1949 voluta da Mao e gli Stati Uniti videro questo evento come una ghiotta occasione per riallacciare i rapporti tra di loro e per poter avere un’appoggio da parte della Cina nel concludere la guerra in Vietnam (dato che il governo di Mao aveva una certa influenza sul governo di Hanoi).
Ad ogni modo le formalità di conclusione del conflitto vietnamita furono poi discusse nella visita che Nixon tenne nella visita ufficiale a Pechino del 1972.

Ci sono stati altre occasioni di “Diplomazia Ping-Pong” però, da quello che ho potuto vedere in giro, questa é quella più rappresentativa e più documentata. Se ne avete altri esempi da citare fateli pur presente: é sempre bello poter imparare qualcosa di nuovo.

Bene ora vado ad esercitarmi a Ping Pong perché mi hanno detto che è arrivato in Italia l’ambasciatore delle Seychelles che è un grande appassionato di Tennis Tavolo….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.