Home Artisti Cosa fareste se avesse bussato alla porta Michael Jackson?

Cosa fareste se avesse bussato alla porta Michael Jackson?

78
Michael Jackson
Forse potremmo inaugurare una nuova rubrica all’interno del sito chiamandola “Quella storica figura di 80enne” anziché il volgare ma sempre in voga “Che figura di me…a”… perché, si sa, noi siamo persone a modo e molto educate. E quando uno, in determinate situazioni, fa una cosa non proprio brillante preferiamo non calcare troppo la mano.
Comunque sia, sorvolando momentaneamente su questo dubbio esistenziale, mi sono imbattuto in una notizia di quelle che quando le leggi ti dici: “ma che c’entrano quei due?”. Perché le persone coinvolte, in questo caso, sono Michael Jackson e Sir Tom Jones. Sì avete letto bene, due grandissimi artisti che però ci azzeccano poco tra di loro. E allora qual è il nesso? Cos’è successo? Piano, piano: ora ve lo racconto.
In pratica siamo all’inizio del 1980 (non so di preciso il mese) in casa di Mr. Jones quando Tom, in cucina, sente suonare il campanello. Va a vedere chi è e si trova davanti il King Of Pop… Michael Jackson in persona, vestito in giubbotto da baseball e jeans e accompagnato dalla sorella La Toya.
Ora: è già di per se una situazione paradossale però immaginatevi voi Michael Jackson che vi suona alla porta di casa, voi andate ad aprire e cosa gli dite? “Piacere sono Tom Jones e lei è il signor…?“. Ma vi rendete conto?!?!
Chissà se quando é andato ad aprire a Michael era vestito così...
Beh andiamo avanti perché siamo solo all’inizio.
Insomma questi due big della musica sono uno davanti all’altro e Mr. Jones, da buon gentleman inglese qual’e, decide ovviamente di far entrare i due Jackson scoprendo, nel frattempo, il motivo della visita. Che è molto semplice: andando spessissimo dal produttore e mito della musica Quincy Jones, Michael Jackson era passato davanti a quella “magnifica casa” talmente tante volte che, molto semplicemente, “moriva dalla voglia di vederla”.
Insomma una cosa molto normale dai… alla fine siamo tutti esseri umani e quindi è comprensibile che ci possa essere qualcosa di bello che non possiedi ma vuoi vedere com’è fatto. O no?
Una volta dentro Michael scopre tutti i cimeli e le foto che Tom ha accumulato negli anni. Immagini con Elvis, Paul McCartney, Frank Sinatra. Insomma con degli dei della musica. A questo punto il Re Del Pop, dopo aver ammirato le varie reliquie e commentatele con la sorella commette un errore: si gira verso il padrone di casa e gli dice “Wow, Tom. Hai avuto una grandissima carriera!
Invece Jackson, secondo me, era vestito così quando é andato a suonare il campanello
Sarebbe stato bello vedere la faccia che ha fatto Tom… ma quello che si sa è che non gli è piaciuto che il verbo sia stato coniugato al passato. Insomma, Jones non si sentiva ancora parte del passato e quindi ha corretto: “Sto avendo, Michael Non ho avuto. Sto avendo una grande carriera“.
Effettivamente il sole non era ancora tramontato su di lui, dovevano ancora arrivare “Sex Bomb” e “Kiss” e insomma la precisazione ci stava. Però mamma mia… un po’ di flessibilità, se proprio non si conosce l’umiltà!
Ma che devo dirvi, sono VIP e per loro certi discorsi non valgono.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.