Home Musica Happy New Year 2022 (ma sempre in salsa 80)

Happy New Year 2022 (ma sempre in salsa 80)

48
2022
Come ogni anno noi de glianni80 facciamo gli auguri ai nostri lettori, a chi legge abitualmente i nostri articoli o a chi anche solo per una volta si è imbattuto nella lettura nel nostro sito.

Parliamo di ricordi, di musica, di storia di attualità, legando il passato al futuro tramite le nostre parole.

Oggi per celebrare il nuovo anno due brani che calzano a pennello uno degli Svedesi Abba e uno degli Irlandesi U2.

Iniziamo con Happy New Year degli Abba, pubblicata nel dicembre del 1980 ed inserita nel loro album Super Trouper, inizialmente il brano doveva chiamarsi Daddy Don’t Get Drunk on Christmas Day di sicuro molto piu divertente e brillante, ma alla fine venne scelto un più sobrio Happy New Year.

La voce è quella di Agnetha Fältskog, la bionda del gruppo, il testo è molto rassicurante e ottimista come augurio per l’anno che stava arrivando.

Non ci fù una grande risposta da parte del pubblico, ma stranamente divenne molto popolare in Vietnam e la versione spagnola creata per l’occasione dal titolo Felicidad è entraata nella top 5 in classifica in Argentina.

Solo dopo quasi 40 anni gli Abba ripubblicano il singolo che ritorna in classifica in molti Paesi Europei ottenendo migliori piazzamenti che nel 1980.

Da un brano decisamente allegro e spensierato passiamo ora ad una delle pietre miliari della musica, ovvero “New Year’s Day” degli U2, estratto dal loro album War e pubblicato proprio il 1 gennaio 1983.

Questo brano, che inizialmente doveva essere una canzone d’amore dedicata alla moglie di Bono, viene poi rivisto in chiave politica.

Il conflittuale mondo di quegli anni offre lo spunto, nella forma di Lech Walesa e del suo movimento cattolico-sociale polacco Solidarność, il primo sindacato a non essere controllato dal partito comunista e che con metodi di resistenza civile si dedicava alla tutela dei diritti di lavoratori e al cambiamento sociale in Polonia, e che per gli U2 diventa il segno che il nuovo anno (il cambiamento) sta per arrivare.

“Inconsciamente, stavo pensando a Lech Walesa, che era imprigionato insieme a sua moglie, e non era in grado di fargli visita. Poi, quando abbiamo registrato la canzone, hanno annunciato che legge marziale in Polonia sarebbe stata abolita proprio il giorno di Capodanno. Incredibile”. Così ricorda Bono.

Speriamo davvero che questo nuovo anno ci porti la spensieratezza e l’allegria degli Abba e quel cambiamento che gli U2 ci hanno descritto in New Year’s Day.
Articolo precedenteDalla russia con amore: torna lo show di Capodanno Ciao 2021!
Articolo successivoOliver Onions “Future Memorabilia”
Matteo Redigolo, mi conoscono su Twitter come @80sLOV e sono un grande appassionato del decennio ottanta (ma anche di quello precedente). Fan di Sabrina Salerno, Duran Duran, Spandau Ballet, Samantha Fox....

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.