Home 80 voglia di intervistare Intervista a Creature di Gomma

Intervista a Creature di Gomma

133
Creature di Gomma
Creature di Gomma

Abbiamo intervistato Fabrizio Fontanella presidente e curatore di Creature di Gomma, il museo vintage di giocattoli a Venezia.

Ti presto le chiavi della DeLorean per tornare negli anni 80, che anno scegli e cosa fai per prima cosa?
Tornerei al 1982, avevo 10 anni e ricordo il primo he man che ho chiesto ai miei di comprarmi. Ricordo come fosse ieri quel giorno in cui siamo entrati in quello che era l’unico negozio del Lido di Venezia, l’isola della laguna dove ho vissuto con la mia famiglia fino al trasferimento in centro storico a fine anni 90.
Un intera ala di Linetti (così si chiamava) era dedicata al giocattolo più in voga del momento, ai Masters of the Universe.
Ricordo solo che non sono uscito con He Man ma con Squeeze il serpente con le braccia che si allungano…si allungavano così tanto che mi è sembrato un regalo più grande.

Da quanto tempo collezioni e com’è iniziato tutto? Avevi il desiderio di recuperare gli oggetti del passato?
Colleziono da sempre, prima i fumetti, diciamo in epoca scolastica dalle medie alle superiori, ne avevo riempito la cameretta e andavo alla ricerca degli arretrati Disney ma anche Diabolik e Dylan Dog e molti altri.
Poi facendo i primi mercatini ho cominciato a trattare anche giocattoli (e dischi in vinile) e diciamo in qualche anno sono passato a collezionare giocattoli vintage però sempre legati al fumetto ai cartoni animati el mondo dell’animazione..
Ma le collezioni di fumetti a cui tengo di piu sono intoccabili e le ho a casa ben custodite.

Come nasce “creature di gomma” e il tuo incredibile museo?
Nasce fondamentalmente da tre cose:
La mia passione sfrenata.
La voglia di realizzare un sogno e rendere questa collezione di una vita visibile a tutti.
La necessità di recuperare spazi della casa da poter dedicare ai miei figli.

Quali sono gli oggetti che ti sono costati una fortuna e quali stai cercando ancora?
Diciamo che nulla mi è costato una fortuna a livello pecuniario ma di mio ci ho messo soprattutto fatica, tanta fatica, migliaia di sveglie alle 3 di mattina, fiere mercati, acquisti di lotti e collezioni, tempo infinito sulle aste. Insomma un lavoro, ma che pesa poco se dettato dalla passione e dall’adrenalina della ricerca.

Dove trovi gli oggetti che esponi al museo?
Ovunque e in qualsiasi momento. Viaggiando virtualmente e fisicamente.

Sta per arrivare il Natale? Nella tua letterina a Babbo Natale che giocattoli c’erano?
Cerco da sempre un pezzo che mi andrebbe a completare la Collezione Canova anni 60 Hanna & Barbera… è Svicolone…se qualcuno lo avesse sono qui.

Perchè i nostri follower devono assolutamente visitare il tuo museo?
Beh…che dire, chi è appassionato di giocattoli ma non solo direi dell’animazione serie TV cinema anni 80, entrerà in un paradiso per gli occhi. Chi è solo curioso farà comunque un bel tuffo nel passato e mi raccomando portate anche i figli, siamo sempre in mezzo a 6000 giocattoli!!!

Secondo te perchè è così aumentato il collezionismo e l’amore per il vintage?
Il fattore sicuramente più importante è l’emozionale. Lo riscontriamo anche qui al MUSEO. Tutti i feedback sono cinque stelle, tutti escono contenti soddisfatti. Nessun rammarico anzi, c’è chi si ferma ore, ma non sono collezionisti ne appassionati, sono solo persone che hanno rivissuto un ricordo.

Sito ufficiale:
https://www.creaturedigomma.com/
Articolo precedenteTronchetto di Natale
Articolo successivoLavorare con i bambini: cos’è cambiato dagli anni ’80 ad oggi
La redazione de gli anni 80 scova le ultime news dedicate al nostro decennio preferito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.