Home Artisti RADIORAMA

RADIORAMA

190
RADIORAMA
Siamo di ritorno dall’estero e finalmente si torna nel nostro amato stivale, per continuare a parlare del fenomeno italo disco.

Stavolta tocca ai Radiorama, uno dei gruppi di punta della dance made in Italy: un progetto del duo Martinelli, Simona Zanini e Aldo Martinelli, del quale abbiamo trattato di recente.

A metà anni 80 i Radiorama sono famosissimi non solo in Italia, ma anche all’estero, sia in Europa che in Giappone, diventando uno dei nomi storici dell’italo disco. La loro storia artistica può essere divisa in due fasi: la prima è quella che va dal 1985 al 1987, la seconda dal 1988 al 1990.

Il progetto viene creato nel 1985 da Aldo Martinelli e dalla sua stretta collaboratrice Simona Zanini. I due fanno uscire il primo singolo “Chance to Desire”, cantato da Simona e Hank Shostack che diviene subito un successo internazionale. Subito dopo Aldo fa conoscere Simona a Mauro Farina, importante produttore italiano dell’epoca che ricorda: “Simona ha eseguito i primi 3 brani … Martinelli, il produttore del primo singolo di Radiorama, Chance To Desire, mi ha presentato Simona … Ha scritto anche i testi di Desire!”

La collaborazione Farina-Zanini parte in quarta: infatti nello stesso anno esce il secondo singolo “Desire”, che li vede affiancati, e successivamente il primo album del gruppo “Desires And Vampires”, che oltre ai primi due singoli contiene anche altri due successi che sono “Hey Hey” e “Vampires”.

In seguito Simona abbandona il progetto Radiorama, ma Mauro Farina continua con la produzione di nuovi successi. I successivi brani sono stati cantati da Mauro Farina come voce principale e da Clara Moroni come voce femminile del gruppo; come spesso accadeva all’epoca, “magicamente” cambiavano le persone che interpretavano le canzoni, la loro immagine sulle scene e sulle copertine dei dischi; ma senza apparenti problemi di immagine o di vendite.
Nel 1987 esce il quarto singolo dei Radiorama, “Yeti”, che ad oggi è sicuramente la traccia più venduta con oltre 500.000 copie in tutto il mondo. Yeti traina il secondo album, chiamato appunto “The 2nd Album” che contiene anche la traccia di Aliens.

Poi nel 1988 esce il terzo album “The Legend”, il singolo ABCD diventa un successo soprattutto in Italia e Spagna. I successivi due album rispettivamente del 1989 e 1990, sono influenzati dal nuovo stile Euro Beat. Ottengono meno successo, ormai il genere italo stava lasciando spazio alla dance dei primi anni 90.
Mauro Farina reinventa però lo stile del gruppo, per farlo restare a passo coi tempi. Nel 1993 il grande ritorno con il singolo “Aliens 2 (The Nightmare)” un omaggio al singolo del 1987, ma con lo stile House tipico del periodo.

Per tutti i 90 Mauro Farina continua a promuovere il progetto con numerosi singoli nel 2002 esce anche Yesterday Today Tomorrow un nuovo album in stile elettronico con remix e cover dei successi del gruppo.

Queste le parole di Mauro Farina che ricorda forse uno dei suoi progetti più riusciti: “Radiorama sicuramente è stato uno dei miei progetti più venduti. Ho iniziato a produrli, con Giuliano, Paolo Gemma e Marco Bresciani, intorno al 1985. La prima canzone pubblicata è stata Desire, un grande successo in tutta Europa, dopo di che abbiamo prodotto Hey Hey, Vampires, Aliens, Yeti … Tutte questi le canzoni sono state realizzate in un paio di mesi! Tutte hanno venduto centinaia di migliaia di copie in tutto il mondo: Canada, Giappone, Corea, Germania, Austria, Polonia, Russia, Svizzera, Italia, Scandinavo, Messico, Australia e Nuova Zelanda!

E poi sono arrivati ​​altri successi … Fire, ABCD, Bad World … A volte può capitare di ascoltare alcuni vecchi brani di Radiorama suonati dalle radio di tutto il mondo … In Giappone, l’anno scorso, ho ascoltato molti brani di Radiorama suonato da una stazione radio di Tokyo!”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.