Home Musica Quel gran pezzo di Samantha, tutta nuda, tutta calda

Quel gran pezzo di Samantha, tutta nuda, tutta calda

9676
samantha fox

A dodici anni una zia ricca che viveva in Francia mi regalò una scatoletta di plastica nera, un mangiacassette dotato di radio AM/FM. La marca non la ricordo più (Irradio? Inno-Hit?), ma era ovviamente uno degli innumerevoli cloni del Walkman: che in mano mia di cassette ne vide poche, ma il cui selettore delle stazioni radio venne letteralmente consumato. La ascoltavo dappertutto, in bagno e di nascosto sotto le coperte, in camera e mentre andavo a giocare a calcio con gli amici la domenica pomeriggio, Yazz e Elettrika Salsa e.

Bisogna precisare che all’epoca MTV non c’era, al massimo potevi beccarti Discoring il sabato ma in generale la musica e le immagini erano totalmente scollegate tra loro. Andavi al bar o in Sala Giochi o in piscina e sentivi delle canzoni, ma non sapevi veramente chi le cantava, a parte distinguere tra maschi e femmine ed essere certo che uno con la voce di James Brown non poteva essere bianco.

Faccio questa premessa perché uno dei ricordi più vivi di quel periodo di incipiente peluria sopra il labbro superiore e di sconquassi ormonali nel resto del corpo è il giorno in cui per la prima volta collegai una faccia a una voce e una canzone. Il giorno che in Sala Giochi arrivò la hit “Touch Me” di Samantha Fox, e il gestore tirò fuori il 45 giri dalla custodia per metterlo nel Juke Box. “Oh, vieni a vedere questa!“, mi disse un mio amico: “questa” era appunto Samantha. Campeggiava sulla copertina con i classici capelli cotonati e il trucco pesante di quegli anni, mentre un giubbino di pelle aperto su un top scollato metteva in evidenza il dettaglio anatomico che la rese immediatamente famosa: Samantha aveva grandi mammelle, addirittura strepitose essendo alta cento centimetri.

Quel che dal disco non si poteva sapere mi fu comunicato per le misteriose vie del tam-tam di allora: chissà chi mi disse, o su quale rivista per ragazzine sottratta a una compagna delle medie lessi, che l’esplosiva Samantha veniva da una carriera da pornodiva, prontamente ripudiata per abbracciare quella da cantante. Allora si faceva così: la moralità (almeno di facciata) era il presupposto per avere successo, e non un ostacolo alla carriera.

Peccato che fosse tutta una panzana, perché la buona Samantha (che tra l’altro è una delle responsabili della moda sexy dei nomi femminili con la ‘h’) non ha fatto altro che posare per qualche foto scollacciata sulle solite riviste inglesi. E meno male, perché non sono sicuro che avrebbe fatto bene a lasciare il porno per fare la cantante: “Nothing’s Gonna Stop Me Now” era giusto un motivetto orecchiabile da canticchiare nelle sere d’estate, e la stessa “Touch Me” più che essere un bel pezzo in sé, funzionava perché era un bel pezzo di femmina Samantha. Tant’è che c’erano già state cantanti anche più trasgressive di lei: ma nessuna con la sesta di reggiseno.

Quanto ai testi, beh, nell’Italia degli anni ’80, chi riusciva a tradurre il titolo di una canzone era già bravo. Io di sicuro non avevo idea di cosa stesse dicendo Samantha nei brevi momenti di ‘Touch Me’ in cui non stava gemendo; ma ricordo che quando ero in macchina e sulla magica scatoletta nera capitavano le note di quella canzone, abbassavo il volume nel timore che i miei scoprissero che avevo in mano l’equivalente sonoro di un giornaletto porno. Timore totalmente infondato.

Oggi sono riconoscente alla procace Samantha per avermi regalato qualche brivido giovanile: per fortuna ignoravo che i suoi gemiti erano ispirati non da qualche ragazzotto di paese come me, ma da un’altra ragazza inglese di nome Myra, tuttora la sua fidanzata. All’epoca però non avevo ancora imparato che le cose non sono mai come sembrano.

Testo canzone:

Ahh, touch me
(This is the night)
Ahh, touch me
I want to feel your body

Full moon in the city
And the night was young
I was hungry for love
I was hungry for fun

I was hunting you down
And I was the bait
When I saw you there
I didn’t mean to hesitate

This is the night
This is the night
This is the time
We’ve got to get it right

(This is the night)
Touch me, touch me
I want to feel your body
Your heart beat next to mine
(This is the night)
Touch me, touch me now

Quick as a flash
You disappeared into the night
Did I hurt you, boy?
Didn’t I treat you right?

You made me feel so good
Made me feel myself
Now I’m alone
And you’re with somebody else

This is the night, yeah
This is the night
This is the time
We’ve got to get it right

(This is the night)
Touch me, touch me
I want to feel your body
Your heart beat next to mine

(This is the night)
Touch me, touch me now
Touch me, touch me now
Touch me, touch me now

Hot and cold emotions
Confusing my brain
I could not decide
Between pleasure and pain

Like a tramp in the night
I was begging for you
To treat my body
Like you wanted to

I was begging for you

(This is the night)
Touch me, touch me
I want to feel your body
Your heart beat next to mine
(This is the night)
‘Cos I want your body all the time

(This is the night)
Touch me, touch me
I want to feel your body
Your heart beat next to mine

(This is the night)
‘Cos I want your body all the time
Ahh, touch me, touch me, touch me
(This is the night)
Touch me, touch me
I want to feel your body

(This is the night)
Touch me, touch me, touch me
(This is the night)
Ahh, touch me, touch me
I want to feel your body

(This is the night)
Touch me, touch me, touch me
(This is the night)
Touch me, touch me, touch me

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.