Home Film Micronauti: i giocattoli e un film in arrivo

Micronauti: i giocattoli e un film in arrivo

381
Micronauti
So già che alla parola “Micronauti” il popolo maschile inizierà a sbavare.

Oggetto negli anni di numerosi e mai riusciti tentativi di rilancio, paiono destinati a tornare alla grande dopo che la Paramount e la Hasbro (attuale detentrice dei diritti di sfruttamento dei Micronauti) hanno annunciato la realizzazione di un film.

Come sempre in questi casi, è probabile quindi che il progetto preveda di far tornare sugli scaffali – dai quali mancano da circa 20 anni – questi giocattoli che nel periodo 80 ebbero un clamoroso successo, e una volta tolti dal mercato sono diventata merce pregiata per i collezionisti: basti pensare che su ebay i prezzi oscillano fra i 90 e i 500 euro per modello.

Eh, già: chi possiede le versioni complete (comprensive di scatole) di Force Commander e Baron Karza si ritrova con un vero valore, e non solo affettivo.

A parte questo i giocattoli dei Micronauti erano veramente belli. I personaggi sparavano realmente pugni e missili da braccia e stomaco e io sognavo di averli, anche se purtroppo  ai tempi il loro prezzo era troppo alto per le tasche dei miei genitori.

I Micronauti furono distribuiti in Italia dopo il 1977 (e fino al 1980) dalla Mego Corporation ed erano derivati della serie “Microman” prodotta in precedenza dalla Takara (in Giappone nel 1974), con la quale Mego sottoscrisse un accordo nel 1976.

La Mego riuscì ad arrivare ad un fatturato di oltre trenta milioni di dollari all’anno, vendendo a Marvel la licenza per il fumetto e realizzando altri giocattoli tipo la “Micronite” una sostanza gommosa rosa (una specie di pongo) venduta all’interno di un asteroide di plastica (questa invece ricordo di averla avuta ai tempi).

In Italia fu la GIG ad acquistare i diritti e cambiò il nome da “Micronauts” a “I Micronauti”, con un successo spropositato, tanto da ottenere la licenza per produrre ulteriori personaggi, tipo King Atlas Green Baron e rispettivi destrieri, Emperor e Megas, che furono venduti in Italia e nazioni limitrofe, mentre ebbero scarsissima diffusione negli Stati Uniti.

Le serie uscite furono:

1978: Force Commander, Oberon, Baron Karza, Andromeda (serie II, ufficialmente 1977)

1980: Green Baron, King Atlas, Pegasus, Lantaurion

1980: Emperor, Megas, Red Falcon (serie V)

Pian piano il successo del prodotto negli anni andò scemando e la serie V, ovvero quella dei Micronauti magnetici, fu un flop di vendite; questo però li rende oggi tra i più quotati fra i collezionisti.

Ma torniamo al film. La Paramount Pictures e la Bad Robot di J.J. Abrams avevano iniziato a sviluppare il progetto nel lontano 2009, ma poi il progetto si è arenato fino ad ora.

A quanto si sa, i Micronauti arriveranno al cinema con un lungometraggio animato previsto per il 16 ottobre 2020 (potete già segnarvelo in calendario).

Ad anticipare l’uscita del film, e anche per permettere alle nuove generazioni di conoscere gli eroi della saga, nel 2019 verrà rilasciata una serie animata dedicata ai bambini dai 6 agli 11 anni.

La serie seguirà un gruppo di esploratori alieni che arrivano sulla Terra alla ricerca del malvagio Barone Karza, salvo fare una scioccante scoperta: sul nostro pianeta esploratori e barone sono dell’altezza di una action figure!

I Micronauti saranno anche piccoli, ma i problemi che dovranno affrontare saranno enormi. Fortunatamente, stringeranno alleanza con l’adolescente Cameron Ruck, che li aiuterà nella loro missione alla ricerca della giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.